La nostalgia per un tempo mai vissuto è uno dei nutrimenti più eccitanti della moda. Per questo motivo il ritorno delle cuffie al posto dei cappelli o del pie de poule su maglioni, gonne e mantelle è una delle  mie più grandi gioie del momento. Fra questi richiami al passato questo freddo inverno ci riporta anche un elemento divenuto ormai da troppo tempo démodé per i tristi individui messinesi: il colore!

Cappotto

I giro per la movida cittadina mi sono sentita un semaforo in mezzo alla nebbia. Tutti indossavano capispalla scuri. Ma chi ha mai detto che se c’è freddo e gli alberi hanno perso le foglie noi dobbiamo vestirci di nero e grigio?

I colori pop degli anni cinquanta sono la soluzione al malumore di ogni metereopatico. Perché affrontare la pioggia con un cappotto color lampone è tutta un’altra cosa.

Lo dicono Fay e Max Mara, ma anche MSGM, Lanvin e molti altri che per il 2012-13  hanno immaginato le donne imbacuccate nei più accesi colori dell’arcobaleno. Celeste, rosa o senape, ma anche molto burgundy e blu, accompagnati da eco pellicce fantasiose, fantasie di pizzo e forme molto aggraziate, da perfette dive fifties.

Non abbiate paura di osare e lasciate il classico soprabito nero per le occasioni più eleganti, preferendo il colore per le uscite con gli amici. I saldi sono un’ottima occasione per concedersi un capo un po’ più inusuale e puntare su un cappotto colorato è la scelta giusta!

CappottoMSGMCappottoMaxeCo