Presente l’Assessore con delega all’Ambiente e Rifiuti Dafne Musolino, è stato illustrato il calendario ambientale 2020 dell’Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus, dedicato a “I Presìdi di Slow Food in Sicilia”.

All’incontro hanno partecipato il portavoce di Slow Food Sicilia Rosario Gugliotta e il presidente dell’Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus Francesco Cancellieri. Tali Presìdi sostengono le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire, valorizzano territori, recuperano antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvano dall’estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta. Per ogni categoria di prodotto esistono linee guida, alle quali si devono ispirare i disciplinari. Le linee guida prevedono, ad esempio, l’obbligo di caseificare a latte crudo, vietano l’uso di aromi, conservanti e additivi chimici, richiedono forme di allevamento, agricoltura e di pesca sostenibili, prevedono la salvaguardia delle tecniche e dei locali tradizionali di produzione. Nel mondo oggi ci sono oltre 500 Presìdi Slow Food che coinvolgono più di 13.000 produttori. Circa metà dei Presìdi sono italiani e rappresentano il risultato di un lavoro di tanti anni che ha affermato con forza valori fondamentali: la tutela della biodiversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori, che oggi si uniscono all’impegno a stimolare nei produttori l’adozione di pratiche produttive sostenibili, pulite, e a sviluppare anche un approccio etico (giusto) al mercato. In Sicilia ci sono quasi 50 Presìdi; un segnale inequivocabile della ricchezza della biodiversità di questa isola e dei saperi stratificati di millenni di culture che si sono sapute integrare ad un territorio variegato e ancora ricco di tante risorse. Le precedenti edizioni del Calendario Ambientale sono consultabili all’indirizzo: www.calendarioambientale.it. Tra gli interventi di sostegno ed apprezzamento quelli della dirigente della Città Metropolitana di Messina Annamaria Tripodo, del prof. Giuseppe Lo Paro dell’Università degli Studi di Messina e del presidente della Sezione CAI (Club Alpino Italiano) Nuccio Zanghì.

L’ing. Francesco Cancellieri, Presidente della CEA, nella “giornata del Tricolore” ha voluto sottolineare: “Oggi Giornata del Tricolore ci piace sottolineare come la Macchia Mediterranea sia presente nell’Emblema della Repubblica con l’Ulivo e la Quercia!
Inoltre il Corbezzolo con i suoi colori Verde (Foglie), Bianco (Fiore) e Rosso (Frutto) “ricorda” perfettamente il ns. Tricolore! W la Macchia Mediterranea ! W l’Italia!