A Bologna gli abbonamenti degli autobus potranno riportare il nome d’elezione scelto dalle persone trans, e non quello anagrafico, così come deciso nei giorni scorsi a Ravenna dall’azienda di trasporto romagnola Start.

 

Da Arcigay Makwan Messina riceviamo:

 

“Appreso del risultato a favore delle persone Trans a Ravenna e consapevole che le buone prassi vanno seguite, prova ne sia che anche Bologna si sta muovendo, con Prot.303510 del 11/11/021 preceduto da una PEC e successiva PEC a rettifica a cui ha fatto seguito il cartaceo con prot 314104 del 23/11/2021 Arcigay Messina si è mossa affinché anche ATM potesse adoperarsi perché questo atto di civiltà venga attuato.

Ieri 23/11/2021 casualmente ho incontrato l’Assessore Gallo che gentilmente mi informava di aver ricevuto la PEC e che aveva già avviato l’interlocuzione con ATM.

Apprendiamo con piacere dall’Assessore che da parte di ATM c’è disponibilità ad operare nel senso della richiesta e nei prossimi giorni dovrebbe esserci un incontro per definire il tutto.”