assegno circolare
Il Pubblico Ministero Alessandro La Rosa, all’udienza di oggi martedì 17 maggio 2016, ha fatto emergere un novità nell’ambito del processo sulla gestione dei finanziamenti pubblici destinati alla formazione professionale, in corso al Tribunale di Catania. Giuseppe Saffo, in qualità di direttore dell’ANFE, chiese l’emissione di assegni circolari per compensi di prestazioni professionali rese all’ente dai liberi professionisti Ferdinando Testa e Paolo Lupo, ma trattenne le somme per sé .
Rispetto ai lavoratori dipendenti degli enti formativi, all’udienza di oggi è stato illustrato l’esito degli accertamenti voluti dal PM presso la Milano Assicurazioni: tra il 2007 e il 2011 risultano omessi versamenti per il TFR di circa 334 mila euro per l’ANFE e di circa 309 mila euro per l’IRAPS, ciò nonostante la disponibilità delle somme.
Ricordiamo che il processo scaturisce dall’Operazione Pandora dell’ottobre del 2013, a seguito della quale tutti gli indagati sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, peculato, tentata truffa aggravata, ricettazione ed emissione fraudolenta di fatture.