Il Presidente di MessinaServizi, Lombardo, fa il punto della situazione e precisa che a Maggio si ritorna abbondantemente oltre le mille tonnellate di frazione secca della RD.
Entro fine mese si parte con tutta area Nord e tutta Area Sud.

“Dopo una leggera flessione a Marzo e ad Aprile, i dati di maggio sulla raccolta differenziata tornano ad essere confortanti. Quasi 1.100 tonnellate di frazione secca raccolta: 400 tonnellate di cartone, 200 di carta, 250 di plastica e metalli e 250 di vetro. Si riprende con più impegno quanto già programmato prima dell’emergenza Covid 19 sull’ampliamento delle zone servite dal porta a porta. Con le assunzioni già fatte e con le altre da fare nelle prossime settimane, pensiamo di arrivare a completare le zone 3 e 4 dell’aree Nord e Sud di Messina coprendo così 2/3 del territorio comunale.
Purtroppo diversi intoppi burocratici dovuti a diverisi ricorsi, problematiche per le assunzioni non dipese da noi, e il Covid 19 hanno rallentato la nostra azione, ma ora stiamo andando spediti. Il prossimo 4 giugno inoltre è previsto un tavolo tecnico con il dipartimento politiche del Territorio per definire una volta per tutte le problematiche e la certificazione dei condomini senza spazi. Ricordiamo sempre, che siamo la prima città metropolitana della Sicilia per percentuale di differenziata dopo solo 10 mesi da quando è partito il servizio integrale porta a porta”.

“Ribadiamo infine, che – conclude Lombardo – oggi prefestivo, visto che il 2 Giugno è la Festa della Repubblica, non si conferisce nei cassonetti indifferenziati, mentre chi già effettua la differenziata deve conferire normalmente.
Si conferisce normalmente inoltre sia rifiuti indifferenziati, che differenziati il 2 Giugno e il 3 Giugno Festa della patrona di Messina, la Madonna della lettera”.

— — — —

MessinaServizi pronta per la bonifica di un tratto del litorale di Mili posto sotto sequestro prima dell’emergenza.

Siamo sempre disponibili a venire incontro alla comunità anche quando si tratta di servizi che non spetterebbe a noi, perché consideriamo giusto cercare di risolvere in ogni modo i problemi dei cittadini e perché nostro impegno quotidiano è quello di rendere decoroso ogni villaggio della città. Per questo visto che il demanio, a cui spettava il compito, non ha eseguito la bonifica del litorale di Mili sarà la Messinaservizi Bene Comune ad intervenire, per conto del comune ed in danno al demanio, appena il dipartimento comunale ambiente ci affiderà l’incarico”.

A dirlo il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo che aggiunge: “Dopo una verifica sullo stato dei luoghi, abbiamo trasmesso la settimana scorsa nota al Comune con le azioni da eseguire ed i relativi costi per la bonifica dell’area:
rimozione e smaltimento di materiali contenenti amianto;
rimozione e smaltimento vernici e fusti con rifiuti pericolosi;
rimozione e smaltimento rifiuti inerti;
rimozione e smaltimento rifiuti non pericolosi;
scarifica ed infine la pulizia del terreno e lo smaltimento degli scarti.

Attendiamo il via libera dal dipartimento per poter eseguire i lavori immediatamente e permettere ai cittadini di recarsi al mare sul litorale di Mili bonificato dopo anni di incuria e abbandoni e dopo il sequestro dei luoghi operato dalla Polizia Municipale poco prima dell’emergenza Covid-19“.