[sz-player url=”https://www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2013/07/fede.mp4″ cover=”https://www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2013/07/fede-g.jpg” /]

Inizierà il prossimo 21 luglio la nona rassegna “Fede Arte e Musica 2013“, con l’esibizione dell’organista Domenico Gioffrè. La manifestazione è stata presentata dall’arcivescovo Calogero La Piana, che ha sottolineato l’importanza di mantenere questi eventi nonostante il periodo di crisi che sta attraversando la nostra società. Il filo conduttore tra tutti gli eventi è certamente la fede che si manifesta attraverso un cammino spirituale che vede la musica come tramite per un dialogo profondo con Dio. Questo si inserisce pienamente nei progetti del nuovo pontefice che nell’ultima enciclica ha esaltato il ruolo della fede, a cui è dedicato anche l’attuale anno ecclesiastico. Alla ricerca di un nuovo percorso sono dedicati anche alcuni eventi speciali come “Il trionfo della fede” che vede la presentazione di tre importanti opere d’arte del tesoro del Duomo tra cui un importante ostensorio. La manifestazione si adegua al periodo di crisi e per questo favorisce la partecipazione di tanti ottimi artisti locali che possono mostrare alla popolazione la propria passione per l’arte come tramite per il rapporto con Dio. Tutti gli spettacoli vedranno luce negli splenditi scenari della Cattedrale e dei Chiostri dell’Arcivescovado in cui si svolgerà anche l’ultimo incontro “Note di Santita” con un concerto dedicato a Padre Puglisi da poco indicato come martire. Un evento speciale sarà organizzato dal gruppo vocale Polifonimania che si esibirà in uno spettacolo di musica a cappella nella cornice della Chiesa del Catalani. La rassegna è stata organizzata da Padre Giovanni Lombardo e da Padre Giuseppe Lonia che si sono impegnati per la buona riuscita di tutta la manifestazione.

L’arcivescovo La Piana durante la conferenza ha voluto anche fare alcune precisazioni riguardo recenti decisioni prese dalla Curia tra cui quella di togliere l’attività amministrativa parrocchiale alla Cattedrale con lo scopo di semplificare l’organizzazione dei vari enti che riguardano il Duomo che a breve verranno riuniti in un unica struttura. L’arcivescovo ha anche chiarito il ruolo della Curia nell’organizzazione della Vara, sottolineando come l’organizzazione della festa sia nelle mani del Comune e come la Chiesa si occupi soltanto dell’aspetto culturale e ovviamente di guida spirituale nella celebrazione votiva della Vergine. L’elemento che comunque unisce tutte le manifestazioni che vedono la partecipazione della Curia è sicuramente la promozione della fede e del rapporto con la spiritualità che tenta di avvicinare sempre più la popolazione alla preghiera e al rapporto con Cristo.