Si è svolto stamani in Piazza Unione europea il flashmob a favore delle realizzazione di infrastrutture per la Sicilia e per il Mezzogiorno d’Italia.

Centinaia in piazza per rivendicare la necessità di investire sulle infrastrutture, obsolete e carenti al Sud, nella convinzione che il meridione meriti l’alta velocità (da Salerno a Palermo) e strutture che la supportino, permettendo così di inserirsi a pieno titolo nel corridoio europeo dei trasporti. Tra gli aderenti alla manifestazione: Cisl, Uil, Forza Italia, Lega, Ordine degli Ingegneri di Messina, Ordine degli Architetti di Messina, Istituto Nazionale di Bioarchitettura.Sicilia al Centro, Sicilia Automa, Vox Italia, Diventerà bellissima, Sicindustria,

Presente, nella seconda parte della manifestazione, anche il Sindaco De Luca che ha parlato della necessità per Messina di infrastrutture e opere che rappresentino il volano per la nostra economia, prima fra tutte, l’attraversamento stabile tra Sicilia e Calabria: “ ci fa piacere –ha detto- che alcune forze politiche che storicamente, a fasi alterne, si sono manifestate contrarie al ponte, oggi abbiano aperto le loro menti e i loro cuori a quest’opera. Noi abbiamo diritto ad avere la stessa qualità dei trasporti del resto d’Italia, la Sicilia ha diritto di diventare quella piattaforma nella logistica euro- mediterranea che in questa posizione geografica gli tocca”.

A conclusione del flashmob, la consegna al Prefetto, di una lettera indirizzata al Capo dello Stato, al Presidente del Consiglio, ai presidenti delle Camere e ai governatori delle regioni del Sud, al fine di destinare una parte dei finanziamenti europei del Recovery fund alle infrastrutture meridionali (è possibile leggere e aderire al documento su change.org).