Ennesima lettera di protesta  inviata ai vertici delle POSTEITALIANE relativamente ai continui disservizi che si registrano nell’ufficio postale di Sant’Agata per insufficienza del personale….!

Ovviamente Sant’Agata è l’esempio di un grave problema diffuso in buona parte degli Uffici postali cittadini per via della precarizzazione dei   dipendenti, molto spesso laureati, utilizzati partime (15 giorni di lavoro mensile..)!

 

Foto scattata oggi alle 14,15

“Più volte e con vari reclami il sottoscritto ha segnalato alla vostra attenzione e agli organi d’informazione le lamentele dell’utenza relativi ai disservizi patiti nell’ufficio postale di S.Agata (ME) dovuti principalmente alla carenza di personale.

A distanza di qualche anno la qualità del servizio offerto NON sembra essere migliorato, anzi ci sono fondati motivi per affermare che il trend sia assolutamente negativo, considerato che in qualsiasi giorno della settimana e del mese, l’attesa per qualsivoglia operazione allo sportello non’è quasi mai inferiore ad 1 (una) ora; solo per fare un esempio si segnala che ieri 09/12 alle ore 14.15 all’interno dell’ufficio, quindi già abbondantemente oltre l’orario di chiusura, vi erano ancora circa 15 persone in attesa.

A nulla sono valse le segnalazioni relative all’installazione dell’elimina code in modo da rendere “civile” l’ordine di arrivo; a tutt’oggi i clienti sono costretti a gestirsi autonomamente tramite l’istituzione di un foglietto “fai da te” e man mano che le operazioni vanno avanti, il volenteroso di turno deve smarcare la persona che va via..!

Nessun accorgimento è previsto anche per le PMR (persone a mobilità ridotta); il tutto è demandato al buonsenso delle persone in fila..!

Per le ragioni esposte Non è assolutamente accettabile che un Ufficio Postale di recente apertura NON debba offrire quei servizi essenziali degni di un paese Europeo, più volte reclamati e ancora oggi disattesi.

L’unica nota positiva che merita di essere segnalata è l’immensa cortesia dell’unico operatore presente in 1 dei 4 sportelli previsti, Sig. Alessandro G., che da GRANDE stacanovista NON perde mai il sorriso e affronta quotidianamente la marea umana che lo “assale”; al suo fianco il pregevole Direttore Iannello che cerca in tutti i modi di alleggerire il carico di lavoro che grava allo sportello sdoppiandosi tra le sue incombenze e quest’ultime.

A questo punto una domanda sorge spontanea: un ufficio postale così strutturato, cioè con un solo sportello aperto e con un bacino d’utenza immenso, come può offrire tutti i prodotti/servizi postali previsti nel miglior modo (investimenti finanziari, spedizioni, pagamenti, riscossioni, etc.)…?!

Sempre in attesa di riscontro si porgono Cordiali saluti.”

              Marcello Puglisi