Si è svolta nell’incantevole cornice della Marina di Capo d’Orlando la conferenza stampa di presentazione della 15° edizione di Ottobrando 2019.  Tra le realtà che quest’anno contribuiranno a valorizzare il brand ” Ottobrando Ambiente” il Centro di Educazione Ambientale presente con il suo Presidente ing. Francesco Cancellieri e la componente della commissione tecnico scientifica avv. Silvana Paratore.

Il C.E.A. Messina Onlus sarà impegnato in collaborazione dei volontari del Masci Messina 1 Il Faro (presente il Magister Letterio Brigandì) e dell’Associazione Ambiente e/è Vita con Felice Amato, in tutta una serie di iniziative che si svolgeranno nell’incantevole cornice di Palazzo Landro-Scalisi.

Nel dettaglio sarà possibile per quanti lo desiderano, con ingresso gratuito, poter visitare la Mostra Insecta Junior nata dalla passione coltivata negli anni dal giudice Vittorio Aliquo’. Una esposizione incentrata in maggior parte sui Coleotteri: insetti dotati di ali per volare e che sono presenti, in molteplici habitat, di quasi tutti i continenti della Terra (eccetto l’Antardite). Trattasi di una delle più importanti mostre della Sicilia e del panorama nazionale dedicate agli insetti.  Incentrata sulla natura e biodiversità anche la mostra ” riciclanido” ,l’estratto museo zoologico Cambria; l’esposizione di foto di Avifauna dello Stretto a cura del fotografo Rosario Sardella; la mostra Sicalencons – la coturnice di Sicilia . Quest’ultima mostra è finalizzata alla salvaguardia ed alla tutela del raro uccello. Nella mostra oltre ad essere esposti l’ecologia, la biologia e i principali fattori di minaccia della Coturnice di Sicilia, sono illustrati le varie fasi del progetto , attraverso una serie di 30 pannelli fotografici e didattici. Il progetto è realizzato dal Dipartimento di Scienze e tecnologie Biologiche, Chimiche e farmaceutiche dell’Università di Palermo  insieme ad altri partner istituzionali quali il Dipartimento dell’agricoltura e il Dipartimento dello sviluppo rurale e territoriale dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea della Regione Siciliana e l’Istituto Zooprofilattico sperimentale per la Sicilia. L’intento quello di sensibilizzare e far conoscere ai Siciliani questa specie faunistica esclusiva per la Sicilia.

Previsti inoltre in sinergia col Club Alpino Italiano una interessante tavola rotonda che si terrà nella sala conferenze Palazzo Landro Scalisi,  domenica 13 ottobre alle ore 15:00 su ” Paesaggio, Natura e biodiversità nelle escursioni del CAI sui Monti Nebrodi” che sarà moderata dall’avv. Silvana Paratore e che prevede interventi del Sindaco di Floresta Antonino Cappadona, del Vice Presidente della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia Franz Riccobono, del  Vice Presidente della Sezione CAI di Messina Guglielmo Labruto, del Vice Presidente del C.E.A. Messina Giuseppe Panebianco, del Presidente del Ramarro Sicilia Renato Carella, del Presidente dell’IRSSAT Giuseppe Lo Bianco e del Fiduciario della condotta Slow Food Nebrodi Angelo Pedano.  Tra i relatori ci saranno l’Assessore agricoltura del Comune di Floresta Nino Ferro; il Presidente della Sezione CAI di Messina Nuccio Zanghi’; il referente provinciale ANISN Antonino Rindone, il componente CS IRSSAT Vincenzo Piccione. Le conclusioni saranno rese dal Presidente del CEA Messina ing. F.sco Cancellieri. Tra le altre attività si citano la Mostra al Museo della civiltà contadina delle attività della Sezione CAI di Messina, il trekking aperto a tutti alla sorgente dell’Alcantara condotto dalla Sezione CAI di Messina.

Come ribadito anche dall’on. Bernadette Grasso che ha nel suo intervento più volte citata l’attività del CEA Messina Onlus, occorre una presa di coscienza sulla tutela della biodiversità,  sulla necessità di una vera e propria educazione ambientale che implichi anche un cambiamento dello stile di vita che dia importanza al cibo anche come prevenzione della salute ed alla Lotta alla Desertificazione ed ai Cambiamenti Climatici in Sicilia.