1 indagato, 124 persone controllate, 24 controlli effettuati, 45 agenti impegnati: è il bilancio della nona giornata dell’anno denominata operazione “Oro Rosso” dedicata, a livello nazionale, al contrasto del fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

I controlli della Polizia Ferroviaria della Sicilia hanno interessato in particolare 16 attività, dislocate in tutta la regione, che operano nell’ambito della gestione dei rifiuti speciali e della rottamazione, movimentando anche rame e altre tipologie di metalli. L’attività è stata svolta anche lungo le linee ferroviarie e su strada.

Al vaglio degli agenti la documentazione attestante le autorizzazioni al trattamento, lo stoccaggio, la tracciabilità dei materiali trattati e il rispetto delle stringenti norme a tutela dell’inquinamento ambientale.

A Catania gli agenti Polfer, unitamente alla Polizia Provinciale, hanno sequestrato un deposito di una ditta dedita al commercio all’ingrosso di materiale ferroso e non, e hanno indagato l’amministratore unico poiché è stata riscontrata la mancanza di autorizzazione per il trattamento di alcune tipologie di rifiuti nonché difformità nello stoccaggio dei materiali.