Ore di apprensione nel pisano: l’Arno ha raggiunto il livello idrometrico di 4,50 metri, il picco massimo è previsto questa notte.

La Protezione civile ha diramato l’allerta rossa. Questo pomeriggio i militari della Folgore hanno montato le paratie sulle spallette. Il Comune ha imposto con una prima ordinanza la chiusura degli esercizi commerciali dalle 18.30 di ieri, bloccando inoltre il traffico veicolare e pedonale sui ponti (Ponte di Mezzo, Ponte della Fortezza, Ponte della Cittadella, Ponte Solferino). Il Sindaco Michele Conti ha predisposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nella giornata di domani.

A seguito dell’emergenza Arno, il dormitorio pisano di via Conte Fazio rimarrà aperto e a disposizione delle persone senza fissa dimora anche sprovviste del buono di accesso. Il gruppo Cisom (Corpo Italiano dell’Ordine di Malta) sta effettuando il servizio di accompagnamento delle persone in struttura.

Preoccupati per la possibile esondazione, studenti, membri del personale della Scuola Normale Superiore e volontari si sono avvicendati nel pomeriggio per spostare i libri dai piani bassi a quelli più alti. La Protezione Civile raccomanda in queste ore di rimanere in casa e di evitare di avvicinarsi al fiume.