[sz-player url=”https://www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2013/06/mare.mp4″ cover=”https://www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2013/06/mare.jpg” /]

Anche quest’anno l’operazione “Mare sicuro 2013” vede la partecipazione della Capitaneria di porto e delle altre forze di polizia con l’obiettivo di dare maggiore sicurezza alla popolazione durante il periodo estivo. Il progetto, presentato oggi, dimostra l’impegno del corpo nella tutela dei bagnati e di tutti coloro che vogliono vivere il mare, attraverso il numero 1530 i cittadini possono rivolgere le proprie richieste di aiuto sia in mare che sulla spiaggia e permettere l’applicazione delle normative vigenti. Attraverso i mezzi a disposizione si cercherà di risolvere i problemi più annosi del nostro territorio come l’uso spesso indiscriminato delle moto d’acqua e il mancato rispetto delle regole di sicurezza. Il comandate della Capitaneria di Porto di Messina ha ricordato come i primi 200 metri dalla costa sono riservati alla balneazione e sono segnalati da specifiche boe. Allo stesso tempo sono presenti corridoi di inserimento per le imbarcazioni che devono essere usati per arrivare alla zona di navigazione, oltre a ciò è importante mantenere prudenza sia nei corridoi che in mare aperto. Inoltre si deve segnalare la presenza di un servizio di salvataggio gestito dal comune o dai concessionari del litorale, ogni 80 metri. Una regolamentazione specifica è riservata a tutti quei mezzi che non essendo navi o barche solcano le onde, a cui sono dedicate specifiche regole di sicurezza. La Capitaneria di Porto inoltre ha puntato molte delle sue risorse nella prevenzione dei comportamenti scorretti attraverso la collaborazione con le scuole e i giovani. É importante notare come sia stato attivato un “info point” attivo tutti i giorni insieme ad un indirizzo mail: cpme@pec.trasporti.gov.it, che permette ai cittadini di avere assistenza durante il periodo estivo.