Seguendo la programmazione per le festività natalizie (VEDI) questa sera siamo stati a Piazza Cairoli.

La festa è quì” ed è proprio vero, così come è vero che bisogna ringraziare privati ed associazioni che hanno consentito ai Messinesi di ricordarsi che anche nel 2016 “il Natale c’è”.

Lasciando la zona di Piazza Cairoli infatti fa impressione l’impatto con il “buio”, con l’assenza assoluta dell’Amministrazione Comunale (anche a Bilancio approvato!)

Certo non ci sono soldi, occorre risparmiare, i tempi sono difficili, ma … 2 o 3mila euro per qualche luce potevano esser trovati (magari risparmiando su qualche inutile trasferta), almeno per il luoghi simbolo di Messina: Piazza Unione Europea, Teatro Vittorio Emanuele,Piazza Prefettura (con la statua del Nettuno invisibile ed avvolta nel buio).

Per la Piazza antistante il Teatro addirittura siamo all’assurdo: uno squallido albero finto che sottolinea l’incapacità dell’amministrare.

Superata l’ottusità di un CdA ormai defunto e delegittimato ha brillato quella dei Dirigenti di Palazzo Zanca (e la solita latitanza del Sindaco Accorinti) che hanno impedito la realizzazione del “Villaggio di Babbo Natale”, che non avrebbe inciso neanche per un euro sulle casse del Comune ma avrebbe ravvivato una zona storica di una città che non vuole morire …