Rendere Messina una città ancora più sicura: al via le procedure per installare oltre 700 telecamere!

Per raggiungere questo obiettivo è stato siglato oggi con la Prefettura un “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”.

Sarà potenziato l’attuale sistema di video sorveglianza in forza al Comune con l’installazione di 70 telecamere nelle aree della città con più alto tasso di microcriminalità, individuate dalla Polizia di Stato.

Zone che, nel quadro della collaborazione tra le Forze di polizia e la Polizia locale, il Comune intende rendere più sicure proprio grazie alle specifiche risorse previste per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza.

Un progetto che prende le mosse dalle Linee guida adottate su proposta del Ministro dell’Interno, con accordo sancito in sede di Conferenza Stato-città e autonomie locali. I progetti anche integrati dei sistemi di videosorveglianza, elaborati nel rispetto delle disposizioni dell’Autorità Garante per il trattamento dei dati personali, saranno oggetto di valutazione da parte del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, per le modalità di impiego e ogni aspetto tecnico operativo, in coerenza con le direttive ministeriali emanate in materia, con particolare riferimento alla circolare del Ministero dell’Interno  del 2 marzo 2012, recante “Sistemi di videosorveglianza in ambito comunale”.

Prefettura e Comune si sono impegnate, nell’ambito delle rispettive competenze, a favorire lo scambio informativo tra le Forze di polizia e la Polizia locale. Il progetto è completamentare al progetto Mesmart che prevede l’acquisto di oltre 700 impianti di video sorveglianza con dislocati in tutto il territorio urbano.