Shopping clonato: il Commissariato di Milazzo arresta tre giovani ladri. Pronti a prelevare da un pos, sono stati bloccati dagli agenti

Si trovavano all’interno di una sala giochi, pronti a prelevare da uno sportello bancomat denaro contante quando sono stati fermati dagli agenti del Commissariato di P.S. di Milazzo.

I tre ragazzi, Todaro Alberto di anni 28, D’Agostino Giuseppe di anni 30, entrambi di Catania e Failla Gianluca di anni 22, originario di Acireale, non hanno saputo in alcun modo giustificare la provenienza delle carte PostePay che si accingevano ad utilizzare.

Le indagini hanno poi consentito di verificare che i ladri precedentemente avevano prelevato illecitamente la somma di 400 euro, rinvenuta all’interno dell’autovettura con la quale i tre avevano tentato la fuga all’arrivo degli agenti. I poliziotti hanno inoltre sequestrato altre carte di credito che i rei conservavano nei portafogli pronte all’uso.

Sono pertanto scattate le manette in flagranza di reato per i tre giovani, colti nell’atto di utilizzare, non essendone proprietari, carte di credito per il prelievo di denaro contante, acquisto di beni e prestazione di servizi.

La Polfer e le Volanti scovano ladri di rame

Denunciati tre uomini per i fatti dell’8 ottobre scorso

Lo scorso 8 ottobre, alle 11.30 circa, un’anomalia elettrica a monte del black out dei segnali di marcia sul quadro di controllo della tratta Messina – Villafranca Tirrena, aveva insospettito ed allertato gli agenti della Sezione di Polizia Ferroviaria di Messina.

Giunti nell’area interessata dal guasto, i poliziotti avevano infatti individuato due individui che in bilico, sugli scogli prospicienti la linea ferrata nel tratto di spiaggia vicino l’ingresso della galleria ferroviaria “ Peloritana”, stavano alla meno peggio arrotolando e sistemando dei cavi, poi rivelatisi gli stessi cavi in rame che, asportati, avevano generato il black out.

Notati i poliziotti, i due ladri di rame avevano abbandonato il bottino e si erano dati a precipitosa fuga riuscendo, grazie alla confusione generata dal mercato in corso di svolgimento sul viale Gazzi, a far perdere le loro tracce.

Solo temporaneamente però, perché in poco tempo l’attività congiunta di Polizia Ferroviaria e Volanti con l’aiuto di un agente che, libero dal servizio, aveva notato i due rei allontanarsi a bordo di un’auto, ha consentito di risalire ai responsabili.

Si è proceduto pertanto a denunciare a piede libero Giunta Francesco, messinese di anni 43, Cocuzza Concetto, messinese di anni 40 per il reato di tentato furto, e Bonsignore Giuseppe, messinese di anni 53, resosi responsabile del reato di favoreggiamento avendo aiutato i rei ad allontanarsi ed a eludere le ricerche della polizia.