Progetto Madagascar” è un’associazione ONLUS fondata a Messina nel 2005 con lo scopo di migliorare e sviluppare le condizioni di vita di popolazioni del terzo mondo, soprattutto del Madagascar, dove — si legge sul sito ufficiale dell’associazione — ha iniziato la sua opera intervenendo con progetti di lotta alla povertà attraverso i microcrediti, costruendo scuole, ambulatori, dispensari e pozzi, rendendo operative le strutture attraverso le risorse umane locali e sostenendoli con finanziamenti per mantenere le strutture e attraverso la sottoscrizione di adozioni a distanza.

Padre Giustino (Justin Ranaivomanana) viene dal Madagascar ed è il direttore della Caritas di Antsirabe. Si occupa inoltre di gestire i rapporti tra lo stato malgascio e la chiesa. Comincia la sua attività nel 2005, a Messina, dove ha svolto il suo sacerdozio presso l’ordine dei salesiani.
Attualmente l’associazione opera nella zona di Ambotavo e Antsirabe. Grazie alle donazioni ottenute sono stati creati pozzi, scuole medie ed elementari, case famiglia e pannelli solari per le strutture. A causa della sua attività umanitaria nel territorio, Padre Giustino racconta di essere stato vittima di minacce telefoniche: «Mi hanno detto — afferma Padre Giustino — se continui così troverai la morte». Ma questo non gli ha impedito di continuare a svolgere il suo mandato, riconfermato a settembre dal vescovo come direttore della Caritas di Antsirabe.

L’associazione, oltre a riproporsi di mandare avanti le opere già in realizzazione, vuole impegnarsi, per il futuro, nella costruzione di una casa famiglia che possa fungere da accoglienza per persone disabili e foresteria per gli studenti fuori sede.

Recandosi sul sito dell’associazione “Progetto Madagascar” è possibile trovare le istruzioni per effettuare le donazioni.