Nel servizio di ieri relativo la potatura di alcuni alberi a cura dei ragazzi dell’Istituto agrario Pietro Cuppari avevamo posto le seguenti domande all’Assessore Ialacqua:
Nel merito, apprezzando l’iniziativa, vorremmo capire:
a) è un fatto episodico (quindi inutile) o esiste un “piano d’intervento” programmato ?
b) sono state adottate tutte le misure previste per questi lavori o siamo nello “spirito della scampagnata” come è sembrato a molti dei presenti ?
c) la potatura è realizzata “a regola d’arte” e nel periodo corretto?

Abbiamo atteso ma, come al solito, l’Assessore non risponde.

Proviamo a rispondere noi.
a) Dalle informazioni assunte non esiste alcun “programma d’intervento” per cui si è trattato di uno “spot”;

b) Guardando il filmato ( VEDI ) è chiaro, unitamente all’impegno di alcuni ragazzi, lo “spirito della scampagnata” che aleggiava, anche con battute ed atteggiamenti di cattivo gusto (da parte di adulti) che nel filmato abbiamo censurato. In ogni caso molti ragazzi non avevano i dispositivi di protezione personali obbligatori per legge;

c) Circa la potatura abbiamo consultato un noto agronomo di nostra fiducia che così ci ha risposto: “se avessimo fatto le potature a maggio con le piante in pieno vigore vegetativo ci avrebbero crocifissi ma loro se lo possono permettere: in ogni caso non hanno asportato meno del 30% della chioma, ne hanno asportato oltre il 50% e, quindi, non si tratta di potatura verde.
In ogni caso siamo sempre ben lontani dal servizio che è dovuto ai cittadini. La presenza dei giardinieri del Cuppari e di qualche collega ha sicuramente limitato i danni e garantito l’esecuzione dei lavori all’interno di un range di accettabilità

Assessore siamo sempre in attesa delle sue rispose !