“Villa Martina” di Rometta ospiterà, il prossimo mercoledì alle ore 21:00, la presentazione dell’ultimo saggio di Francesco Pira, sociologo e docente del corso di Laura in Giornalismo dell’Università degli Studi di Messina, dal titolo “Figli delle app. Le nuove generazioni digital-popolari e social dipendenti”, con la prefazione di Giovanni Boccia Artieri, sociologo e professore di Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino.

«Questa generazione di preadolescenti e adolescenti – si legge nella presentazione del libro – ci mostra come la rivoluzione tecnologica sia ormai compiuta e che bambine e bambini, ragazze e ragazzi rappresentano a tutti gli effetti la prima generazione digitale. La tecnologia è parte integrante delle loro vite. Si muovono tra app e dimensione social in un fluire quotidiano h24 di interazioni, produzione di contenuti e creatività e, per la prima volta, l’e-learning è entrato nelle loro vite.

Questo libro intende analizzare le trasformazioni in atto basandosi sui risultati delle ricerche condotte in ventitré anni di studio sull’evoluzione dei modelli comunicativi di preadolescenti e adolescenti prima e dopo l’avvento delle nuove tecnologie e la digitalizzazione della società. Un percorso attraverso generazioni che si sono evolute all’interno di ambienti sempre più tecnologici, immersi negli universi social, spesso da soli, che oggi sono gli adulti appena diventati genitori, tutti accomunati nell’evidente dicotomia tra connessione e relazione. Dalla non-comunicazione all’iper-comunicazione, alla vetrinizzazione dell’io e alla sistematica manipolazione, consapevole o meno, della realtà, con impatti profondi sulle dinamiche di sviluppo della società nel suo complesso».

La presentazione sarà introdotta e coordinata da Francesco Anania, interverranno il Sindaco Nicola Merlino e la Prof.ssa Emilia Arena, dirigente dell’IC Saponara, mentre a dialogare con l’autore saranno le giornaliste Serena Sframeli e Maria Caterina Calogero.

«Siamo fieri del nostro cenacolo letterario – dichiara Merlino – che, per il quarto anno, realizziamo nella nostra bellissima villa comunale di Rometta Marea e che è divenuto una vera tradizione alla quale peraltro teniamo molto. Nel corso dei primi tre anni abbiamo presentato oltre 20 libri di grandissimo pregio e di importanti autori o scritti da nostri giovani conterranei o concittadini; continuiamo pertanto anche quest’anno nel solco di questa tradizione».