Nell’era della globalizzazione e della tecnologia, il ricordo delle proprie origini e delle proprie tradizioni è sicuramente di primaria importanza per il mantenimento di un’identità territoriale da preservare gelosamente: senza passato, insomma, non c’è né presente né futuro.

Santo Patrono Nicola

Santo Patrono Nicola

Ed è proprio questo lo spirito che annualmente, a Villafranca Tirrena, anima i festeggiamenti sacri e profani in onore del Santo Patrono Nicola, di cui la Chiesa fa memoria liturgica il 6 dicembre.
Il tutto avrà inizio nella giornata odierna quando, con inizio alle ore 11:00, si svolgerà la quinta edizione della sfilata del “Carromatto” per le vie del paese, antica tradizione ripresa dall’associazione “New Cosmos” con il contributo della Pro Loco e dell’Amministrazione comunale:
patrono2spinto da figuranti nelle vesti di pescatori e popolane, l’antico carro raccoglierà legna da ardere in onore di S. Nicola, con l’animazione di canti, balli, poesie e messinscene. Nella mattina, il “Carromatto” sfilerà a Serro dove visiterà l’antico frantoio “Don Bastianu” mentre, nel pomeriggio, seguirà il seguente percorso: piazza Pace (Divieto), via Marina, Piazza Pescatori, via S. Antonio, via dei Marinai, via Gaetano Martino, via Baronia, via Nazionale, via don Luigi Sturzo, via Roma e piazza Castello.

patrono4Le legna simbolicamente raccolte verranno poi bruciate venerdì 4 dicembre nel tradizionale “Bamparizzu”, il grande falò che si svolge in piazza Castello (la cui organizzazione è affidata al comitato per i festeggiamenti del Santo) che sarà preceduto, come ogni anno, dalla sfilata della corte principesca e dei pescatori: dal primo pomeriggio, infatti, dal lungomare una barca verrà trainata dai pescatori mentre, contemporaneamente, da Piazza Castello si snoderà la sfilata della corte principesca, accompagnata da figuranti come cavalieri a cavallo ed artisti di strada.
patrono3Sabato 5 dicembre, invece, si svolgeranno i festeggiamenti religiosi (in anticipo di un giorno rispetto alla memoria liturgica del Santo perché, cadendo questa nella 1° domenica d’Avvento, la Chiesa cattolica non prevede la presenza di processioni): dopo la benedizione delle macchine in piazza Castello, prevista alle ore 14:30, seguirà la Processione che si snoderà lungo le vie principali del paese per poi raggiungere la Chiesa in onore del Santo Patrono dove, alla presenza delle autorità cittadine, avrà luogo la Santa Messa Solenne. In concomitanza con i festeggiamenti in onore di San Nicola e con il secondo anniversario di apertura, diverse sono le attività organizzate dal centro commerciale “La Briosa”, patrocinate dal Comune e dalla Pro Loco. Sabato, infatti, vi sarà la sagra delle sfinci di riso alla messinese e la degustazione di baguette alla nutella, eventi che vedranno la presenza di 30 ragazzi europei che giungeranno a Villafranca il prossimo 2 dicembre con il progetto europeo “Less digital, more talk”, finanziato all’associazione “Villafranca Giovane”. Domenica, invece, sono previste attività quali la “Notte bianca” fino alle ore 24:00, l’esibizione della banda musicale “S. Cecilia” di Villafranca, l’esposizione di auto d’epoca Fiat 500 Club Italia, Abarth Club Sicilia e Vespa Club Taormina, lo zoo, spettacoli circensi e “La via del gusto”. Sia sabato che domenica, inoltre, previsti spettacoli di magia, illusionismo, giocoleria, trampoli e bolle di sapone, l’angolo del gusto con crepes alla nutella, pop corn, zucchero filato e patata spirale, la fiera permanente di artigianato, oggettistica, antiquariato e collezionismo ed, infine, animazione per bambini con gonfiabili, trucca bimbi e modellabili.