La rivolta delle donne a un concorso di bellezza nel 1970

Il Concorso” di Philippa Lowthorpe con Keira Knightley (prima visione assoluta per la città di Messina), per il Cineforum Don Orione ore 16.30 – 18.30 – 20.30, presso Multisala Apollo, ingresso con esibizione del green pass

 

 

Londra, 1970. L’attivista per i diritti delle donne Sally Alexander si trova coinvolta – come tutti gli abitanti della sua città e della sua nazione – dal circo mediatico scatenato dal concorso di Miss Mondo, che Sally disapprova e che, ben presto, decide di osteggiare in prima persona attraverso picchetti, manifestazioni di dissenso e proteste di vario genere. Insieme con il suo gruppo di femministe, la protagonista pianifica addirittura di infiltrarsi nel pubblico per sabotare dall’interno l’organizzazione. Lei e le sue sodali, infatti, portano avanti la convinzione – non ancora una polemica ricorrente come oggi – che la manifestazione contribuisca alla diffusione di una visione popolare denigratoria e degradante nei confronti del genere femminile e che favorisca la mercificazione del corpo delle donne. Mentre combatte la sua crociata, però, Sally scopre che il concorso viene vissuto in maniera diametralmente opposta dalle modelle di colore che vi prendono parte e la femminista britannica si scontra con il fatto che, per queste concorrenti, Miss Mondo rappresenta un’enorme opportunità di portare avanti la propria lotta per il riconoscimento a livello fattuale di pari diritti per tutti, senza discriminazioni etniche di sorta.

Quell’edizione è peraltro passata davvero alla storia per essersi svolta in mezzo a continue controversie: oltre alla contestazione femminista di cui parla il film, infatti, ci furono anche infinite polemiche legate al fatto che si presentarono ai nastri di partenza due diverse miss Sudafrica, una bianca e una nera, e alla stessa vittoria della Hosten, che si diceva fosse influenzata dalla presenza dell’allora primo ministro di Grenada, sir Eric Gairy, nella commissione giudicante.

Per quanto riguarda il cast, abbiamo nei ruoli principali l’accoppiata Keira Knightley-Gugu Mbatha-Raw, con quest’ultima – una delle attrici britanniche più in ascesa, negli ultimi anni – che interpretano le due protagoniste su lati differenti della barricata: l’attivista Sally Alexander e miss Grenada, Jennifer Josephine Hosten. Sono parte del film anche il talentuoso gallese Rhys Ifans (l’indimenticabile spalla di Hugh Grant in Notting Hill, per coloro ai quali il nome dice poco) e il caratterista statunitense Greg Kinnear, i quali guidano il gruppo degli altri attori con ruoli di supporto alla coppia di attrici principali tra cui notiamo pure: Jessie Buckley, Lesley Manville, Keeley Hawes e Phyllis Logan. (mymovies.it)