Ieri pomeriggio due eventi commemorativi della presenza a Messina di Miguel de Cervantes tra il 1571 e il 1572, nell’ambito delle Commemorazioni europee del 450° Anniversario della Battaglia di Lepanto.

 

 

Il primo appuntamento al Teatro Vittorio Emanuele, l’Annullo postale del 450° Anniversario dell’arrivo a Messina di Don Giovanni d’Austria a cura del Circolo Filatelico Peloritano, e di cartoline d’autore appositamente realizzate da Di Nicolò edizioni e riferite a Messina tra i quali Bruno di Sarcina, Lelio Bonaccorso, Franco Murer, Juan Cairos, Mauro Mignotti e il Circolo Filatelico di Gaeta.

 

Filippo Cavallaro

Alle 17, nella sala Sinopoli, la presentazione della ricerca storica “Cervantes a Messina al Tempo di Lepanto. 1571”, con i contributi di Giulio Santoro, Filippo Cavallaro, Juan Cairos, Vincenzo Caruso, Nino Principato, Luciano Giannone e Sarina Macaluso; edito

Nino Principato

da Di Nicolò edizioni.

A portare i saluti istituzionali il Presidente del Teatro Vittorio Emanuele Orazio Miloro, la Direttrice della Biblioteca Regionale Tosi Siragusa, il Presidente di Tourism Bureau Gaetano Majolino e il Presidente dell’Associazione Aurora Fortunato Manti.

 

 

 

 

 

Nel corso del secondo appuntamento, in programma venerdì 19, alla Biblioteca Regionale di Messina, sono previste, alle 17 una Conferenza ed a seguire l’inaugurazione della Mostra “Messina e le cure al soldato Cervantes.  Nel solco delle conquiste della Medicina e della Farmacia nel XVI e XVII secolo”.

Dopo i saluti istituzionali, nel corso della Conferenza, il dott. Filippo Cavallaro tratterà la questione sanitaria del ricovero di Cervantes a Messina e successivamente sarà inaugurata la Mostra con l’esposizione di pannelli illustrativi, testi, stampe d’epoca e bibliografia a tema, impreziositi dalla presenza di figuranti con abiti d’epoca”.