Di origini siciliane e calabresi, ama la cultura e il cibo italiano.

Brava, bella e simpatica, la cantante Jenna Esposito si presenta in videoconferenza Zoom per un’intervista che valica l’America e giunge in Italia. Jenna si è laureata al Sarah Lawrence College ed è un membro del Friars Club.

 

Applauditissima, ha fatto il suo esordio da piccola. Figlia di un musicista ha “camminato” sin da bambina tra strumenti e studi discografici. La sua predisposizione per il canto l’ha fatta conoscere ad un pubblico sempre più folto, come in uno dei suoi concerti in streaming, collegata con il www.metropoltanzoom.com, nightclub di New York nel 2004. Estasiato il pubblico l’ha encomiata per la dinamicità e forza manifestata.

È stata acclamata per i suoi tributi a Connie Francis e Dean Martin, al “The Great Italian-American Songbook”. Questa giovane dalle origini, da parte dei nonni, siciliane(Palermo) e Calabresi, ama la musica rock e pop degli anni ’50 e ’60. Da cinque anni sposata, ha scelto di venire in luna di miele in Italia. Ha visitato i luoghi più belle, esibendosi nei locali e piazze di Positano, Roma, Firenze, Venezia. Il suo curriculum di studi la vede per un semestre a Londra , alla British American Drama Academy. Poi per una settimana di vacanza è giunta in Italia, dove avrebbe voluto studiare bene la lingua italiana. È noto, infatti, che non tralascia mai nei suoi concerti le canzoni italiane di Mina e Laura Pausini.

Non dimentica i classici “O sole mio”, “Quando, Quando” di Tony Renis. Esibitasi a New York, al Birdland, al Feinstein’s/54 Below, al Loews Regency di Feinstein, al Metropolitan Room, al BACKSTAGE dope teatro, al Laurie Beechman Theatre, al Duplex, allo Skylight Room di Danny e allo storico Friars Club di New York, ha potuto mostrare il suo grande talento. Nel 2013, Jenna è stata invitata all’Highline Ballroom, a Manhattan, per l’apertura e per essere stata partner- duetto con l’artista multi-platino Patrizio Buanne. Nel 2011 al Town Hall di Manhattan ha condiviso il palco con Liza Minnelli, Chita Rivera, Lucie Arnaz, Larry Gatlin e Marilyn Maye. È fiera di aver sfoggiato le sue qualità canore al James Armstrong Theatre e al Nakano Theatre di Torrance, CA, The M Bar a Hollywood, Lorenzo’s all’Hilton Garden Inn di Staten Island, NY, all’Hoboken Italian Festival a Hoboken, NJ, al St. Nicholas Festival Italiano a Philadelphia, PA, Festa Italiana di Milwaukee, Empire City Casino a Yonkers, NY, Villa Roma a Callicoon, NY, e Monticello Raceway & Casino a Monticello, NY. Per il suo grande genio artistico è stata denominata ” Voce di Little Italy”. In molti spettacoli, come nella storica Little Italy di Manhattan, ha ostentato la presenza da solista( Festa di San Gennaro). Diverse apparizioni anche alla Columbus Day Parade di Manhattan. Scelta giusta per il suo talento cantare al Gala della National Italian American Foundation (NIAF) a New York City. Le sue esibizioni hanno ottenuto innumerevoli consensi dalla critica. Interpellata per l’inno nazionale d’America ed anche per l’inno nazionale italiano, si è fatta applaudire nell’area dei tre stati.

Di recente è stato pubblicato il suo quarto CD (23 maggio 2021), More Amore: Songs From The Great Italian-American Songbook, che, come il suo album precedente, That’s Amore (uscito nel 2015), contiene canzoni che hanno le loro origini in Italia. Sono canzoni, rese famose dagli italo-americani e viceversa. Nel 2009 ha pubblicato il suo secondo CD, To Connie…Love, Jenna. Questo CD è una registrazione dal vivo dello spettacolo, considerato tributo a Connie Francis. Registrato durante l’itinerario per lo spettacolo al Metropolitan Room di New York City. 13 Men…and Me. Il CD fa prevalere il caldo timbro della voce suadente di Jenna Esposito, la sua versatilità stilistica. Sono di grande scalpore nel pubblico i brani standard molto amati come “Just In Time” e “Down With Love”, successi pop tra cui “One Less Bell To Answer “” e “Since I Fell For You”, oltre a brani jazz/pop contemporanei. Le sue doti canore vengono, inoltre, determinate ogni settimana dalle canzoni che vengono trasmesse nella trasmissione Radio più popolare di New York, “Sabato italiano”, presentata dal Cav. Josephine Maietta a Radio Hofstra University.
Attraverso la premiata Prima Radio in the World, Jenna si è fatta conoscere e apprezzare dall’Italia, all’Europa fino all’Australia.

È per merito dell’annunciatrice Castelvetranese, che ha proposto le sue canzoni, gradite dal pubblico interplanetario.

Jenna Esposito ha espresso il desiderio di continuare a cantare le canzoni italiane e di ritornare presto ad esibirsi nel paese del Tricolore.
L’Italia, che è mamma di tutti gli italoamericani, l’aspetta a braccia aperte.