È andato in scena, venerdì e sabato, alla Sala Laudamo lo spettacolo “Love is the answer”, da un’idea di Raffaella Cannioto, per la regia di Simonetta Pisano.

Un ensemble di parole e musica che percorre le strade che “L’amore fa”, dal titolo dalla canzone di Ivano Fossati che introduce lo spettacolo. Attraverso la musica i cantanti Eliana Risicato e Daniele Cucurullo, supportati dall’Orchestra Sinfonietta di Messina e da Franco Pisano alle tastiere, ne descrivono le tante sfaccettature, mentre gli interventi di Gianni Fortunato danno vita ad un excursus sull’’amore.

“Se vuoi provare a comprendere l’amore non devi fare nulla. Devi solo essere”. Un punto di partenza che ha abili complici come una “Sera dei miracoli” (Dalla) e, trovata la stella del proprio firmamento, sarà “Sempre e per sempre” (De Gregori) come canta Daniele Cucurullo. L’amore può essere unico e avvolgente come in “io che amo solo te” (Endrigo) interpretata con passione da Eliana Risicato. O può aprirsi ad orizzonti vastissimi, essere “Luce” (Barbarossa) e abbracciare le realtà più varie come in “mio fratello che guardi il mondo”(Fossati).

L’amore è gioia, energia e felicità. “Lullaby of birdland” e “My funny valentine” sono i due brani che meglio mettono in evidenza le doti canore e la bravura di Eliana Risicato, continuando il percorso nell’amore. Risponde con altrettanta bravura Daniele Cucurullo con “L’amore con l’amore si paga” (Fossati).

Tra un brano e l’altro Gianni Fortunato aggiunge commenti, lega le fila di uno svolgimento teatrale non sempre del tutto comprensibile. La sua voce ipnotica colma le lacune e gli sbalzi nella narrazione, dando complessivamente un senso a questi squarci di spettacolo.

La risposta è l’amore, quello che hanno messo a profusione tutti i protagonisti di questo spettacolo, compresi i due ballerini che con abilità hanno piroettato tra palco e poltrone.