Sabato 7 dicembre sarà in scena una delle artiste più apprezzate ed amate della nostra città : Margherita Smedile.  La poliedrica attrice presenta un reading/concerto, accompagnata alla chitarra elettrica da Marco Spadaro.

Un urlo iniziale recitato in lingua originale dalla poesia “Howl” di Allen Ginsberg. Un accordo stridente della chitarra elettrica. Una dedica al vate e mentore Walt Whitman. Lo scoppio tragicomico della poesia “Bomb” di Gregory Corso e di seguito un’immersione, senza bombole di ossigeno, di musica parole e canzoni attraverso la poesia ironica, pazza e spirituale di A. Ginsberg.

Parole sapientemente tradotte dalla nobile amica Fernanda Pivano, sprofondano tra terra e cielo, tra letame e fiori. Il canto di un’anima incatenata e ribelle  che si libra infine nell’Universo rappresentato da un semplice Mandala.

È poesia che esprime emozione, che rifugge da condizionamenti. Pornografica perché spoglia le più intime fragilità in maniera non convenzionale, mai prevedibile. L’assunto per chi lo interpreta.

 

Dopo lo spettacolo un piccola degustazione accompagnata da buon vino!