Skip to content

“Il mio amore vi punisce”: il primo romanzo di EROS SALONIA

il mio amore
presentazione del romanzo dell’attore, regista e drammaturgo messinese Eros Salonia dal titolo “Il mio amore vi punisce”

Si è svolta nell’incantevole cornice del Lido Octopus a Messina la presentazione del romanzo dell’attore, regista e drammaturgo messinese Eros Salonia dal titolo “Il mio amore vi punisce” edito Città del Sole.

 

 

A moderare l’incontro l’avv. Silvana Paratore che ha sottolineato la capacità dell’autore di scrivere la straziante storia di un amore impossibile con intrinseca passione suscitando in chi legge emozioni ed inducendo talvolta ad odiare ciò che si ama ed ad amare ciò che si odia. Francesca la protagonista del romanzo del Salonia fa parte di quell’umanità che nasce e che vive negli anfratti sociali ignorati dalla mentalità borghese. Il bisogno di amore è il motivo conduttore del romanzo del Salonia e rappresenta il dono sublime da conquistare.

Insigni i relatori che hanno dato il loro contributo all’evento.
Tra di essi il prof. Giuseppe Rando già ordinario di letteratura italiana presso la Facoltà di Scienze della Formazione e presso il Dipartimento di civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Messina che ha sostenuto come la prima opera di Eros Salonia è un romanzo perfettamente sintonico alle tendenze attuali della narrativa italiana. Quello del Salonia è un libro del tutto disinibito di fronte alla rappresentazione del sesso e in specie, degli atti sessuali che segnano la vita sentimentale della protagonista Francesca . L’indulgenza sui particolari anche anatomici del sesso , tipica del moderno romanzo di formazione, ricalca i modelli pasoliniani di Petrolio pubblicato postuno nel 1992 che sembra essere molto operativo nella narrativa italiana del Duemila. L’ideologia portante del romanzo, ha aggiunto Rando, è la più irriducibile, estrema, ed estremistica polemica antifamiliare, antimatrimoniale e antiborghese che assimila la famiglia alla mafia. La vita ed il mondo circostante assumono nel romanzo parvenze apocalittiche perlopiù estranee al romanzo realistico. Salonia utilizza un lessico comune, discorsivo che accentua i tratti di veridicità della narrazione con improvvise impennate stilistiche che suonano come affilati fendenti contro la vita e la cultura borghese ma tale scrittura molto vicina al parlato non dissimula l’attento lavoro esercitato dallo scrittore sulla parola e sulla frase. “ Il mio amore vi punisce “ ha concluso lo studioso italiano noto in Italia ed all’estero, è un romanzo pregno di contenuti più o meno condivisibili attraversato da sprazzi di vera e propria genialità .

Ha altresì suscitato attenzione l’intervento del dott. Giuseppe Crisafulli psicologo e psicoterapeuta , docente nei corsi di specializzazione in psicoterapia individuale e di gruppo di tipo umanistico esistenziale che partendo dalla decodifica di alcuni temi ravvisati nella lettura del romanzo, ha focalizzato l’interesse su più livelli dell’agire umano. Incisiva la disamina delle motivazioni fondamentali che sono alla base del comportamento umano , alcune evidenti nella trattazione del libro. Il libro, ha aggiunto Crisafulli, presenta l’attività di tre tipi di motivazione umana: la motivazione sessuale, la motivazione affettiva e la motivazione all’affermazione del sé. Un tema trattato nel romanzo del Salonia è quello dell’esercizio del potere presente in quasi tutti i personaggi. La stessa protagonista del romanzo anarchico, eretico erotico del regista Salonia, nello scoprire l’effetto che fa sugli uomini , esercita un potere per aumentare il senso dell’autostima e facilitare la soddisfazione dei suoi bisogni. In Francesca è presente una carenza fondamentale ( il padre desiderato) che a causa della sua anarchica e acerba natura cerca di colmare scindendo i suoi bisogni in due figure Paolo ( bisogno di amore e affetto) e Piero (bisogno di protezione).Nel romanzo, ha concluso lo psicologo, la protagonista sembra consapevole di voler tradire la sua natura iniziale attivando una forma di sviluppo relativo alla sua identità .

A seguire ha preso la parola il Regista Eros Salonia che alla domanda della Paratore su come e da dove nasce il suo romanzo ha risposto come il suo libro dal linguaggio incisivo con frasi corte parlate e momenti di impennate liriche nasce da una sceneggiatura perché ha la vocazione di un film. Lo stesso autore in conclusione dell’evento, ha magistralmente letto alcuni brani del suo romanzo interpretandoli con pathos e suscitando emozioni tra i presenti.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email