Skip to content

Lega Pro: Acr Messina sconfitto in casa dall’Avellino

acr14
Il Messina scende in classifica al penultimo posto ma a due punti dalla salvezza, mentre la zona playoff ormai si allontana a -7.

Un Messina con tanti assenti, tra cui Damian, Morelli, Fazzi e Baldè, perde ancora terreno in classifica non riuscendo a fare propri i 3 punti nel match casalingo contro i campani.

La festa sugli spalti, frutto di uno storico gemellaggio tra le due tifoserie, non ha trovato lo stesso clima sul campo, reso pesante dalle pioggia degli ultimi giorni.

La partita inizia senza grandi spunti e le squadre si studiano quasi per tutta la prima mezz’ora. Il primo spunto è proprio degli irpini ma Fofana salva in angolo. Sugli sviluppi arriva il vantaggio rocambolesco degli ospiti: Carillo devìa di testa verso la propria porta, Lewandoski compie un miracolo respingendo la palla che, però, arriva sui piedi di Kanoute che insacca.

Dalle immagini televisive risulta che il calcio d’angolo è stato battuto in modo irregolare ma nè arbitro nè soprattutto guardalinee si sono accorti dell’errore. Il Messina comunque prova a reagire prima con una punizione di Gonçalves, finita sopra la traversa, e poi con un tiro da fuori area di Fofana, senza troppe pretese. Le squadre, quindi, finiscono negli spogliatoi sul punteggio di 0 – 1.

Nella ripresa solita girandola di cambi per mister Capuano che cerca di dare la scossa alla squadra: entra Russo per Catania a rafforzare l’attacco giallorosso. Nonostante tutto, in attacco non arrivano palloni per Adorante e Vukusic e l’Avellino cerca di amministrare il gioco. Il cambio di passo non arriva ed i campani vanno vicini al raddoppio dapprima al 66′ con Carpi, ben recuperato dall’intervento di Celic, e poi al minuti 73′ grazie ad una girata di D’Angelo, su calcio d’angolo, deviata in corner da Lewandoski. Il Messina si rivede nell’area ospite solamente al minuto 77′, quando Adorante, di tacco, cerca di trafiggere l’estremo difensore irpino su cross di Di Stefano: il portiere blocca senza fatica.

Il Messina scende in classifica al penultimo posto ma a due punti dalla salvezza, mentre la zona playoff ormai si allontana a -7.

Prossima gara in trasferta a Latina, importantissimo scontro salvezza da non perdere.

 




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email