Skip to content

Maturità 2022. Pascoli , Verga e Liliana Segre per la prima prova scritta

maturità 2022
Da analizzare anche il discorso pronunciato da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021, alla Camera dei Deputati

Al via questa mattina per oltre 500mila studentesse e studenti gli esami di Stato della scuola secondaria di secondo grado del 2022. Dopo due anni di stop causati dall’emergenza pandemica, periodo nel quale l’esame era limitato alla tesina e al ‘maxi orale’, tornano gli scritti. E oggi si comincia con quello di italiano, prova predisposta su base nazionale.

Alle candidate e ai candidati (circa il 96,2% ha ottenuto l’ammissione) sono state proposte sette tracce di tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Una delle due tracce di analisi del testo è la poesia ‘La Via Ferrata, tratta dalla raccolta poetica Myricae di Giovanni Pascoli. L’altra proposte è la novella “Nedda. Bozzetto Siciliano” di Verga, di cui quest’anno ricorre il centenario della morte.

Per l’analisi e produzione di un testo argomentativo una delle tracce scelte dal ministero è un testo tratto da Gherardo Colombo e Liliana Segre “La sola colpa di essere nati”, in cui la senatrice a vita racconta la sua espulsione dalla scuola statale per effetto delle leggi razziali.

Da analizzare anche il discorso pronunciato da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021, in data 8 ottobre 2021 alla Camera dei Deputati, in occasione del Pre-Cop26 Parlamentary Meeting, la riunione dei parlamenti nazionali in vista della Cop26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi a Glasgow a novembre 2021.

La prima traccia del testo argomentativo è “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”, tratto dal libro di Vera Cheno e Bruno Mastroianni. Il tema è quello che riguarda il “mondo iperconnesso” e sollecita i ragazzi a una riflessione sui “rischi della Rete” e sulla web reputation. Poi un testo tratto da Oliver Sacks “Musicofilia”.

I maturandi sono invitati a riflettere anche su Covid ed economia con un testo di Ferrajoli. “Occorre ripensare la politica e l’economia a partire dalla consapevolezza, generata dalla pandemia, della nostra comune fragilita’ e del nostro comune destino”: à la tesi sostenuta nel testo di Luigi Ferrajoli, tratto da ‘Perche’ una Costituzione della Terra?’ e su cui i maturandi sono chiamati a riflettere.

I ragazzi hanno a disposizione 6 ore.

Domani, invece, si svolgerà la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che riguarderà una disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi.

Quest’anno la prova sarà predisposta dai singoli istituti, che potranno così tenere conto di quanto effettivamente svolto dai ragazzi durante l’anno scolastico, anche in considerazione dell’emergenza pandemica.

E’ previsto, poi, il colloquio, che si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto). Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di educazione civica.

La commissione sarà composta da sei commissari interni e un presidente esterno. Quest’anno le commissioni saranno 13.703, per un totale di 27.319 classi coinvolte. La valutazione finale resta in centesimi. Al credito scolastico è stato attribuito fino a un massimo di 50 punti. Per quanto riguarda le prove scritte, a quella di italiano saranno attribuiti fino a 15 punti, alla seconda prova fino a 10, al colloquio fino a 25. Si potrà ottenere la lode.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email