Skip to content

Messina: Natale alla Stazione

Cultura-food & wine_MessinaWebTv_Cronaca
La stazione ferroviaria di Messina ha aperto le porte ieri sera a una kermesse di degustazione, musica ed arte che per 3giorni ospiterà i messinesi in una location dei nuovi prestigiosi ambienti della stazione.

La serata di ieri si è aperta con  l’esibizione del Trio di Clarinetti: di Manuela Ruggeri, Emanuela Stracuzzi, Giovanni Pietropaolo a cura del Conservatorio A. Corelli.

La Stazione si è illuminata di colori e interessati iniziative:

Le esposizioni del circolo filatelico peloritano;

la Mostra e Annullo postale del Circolo Filatelico Peloritano

Il “Buon Natale 2022 da Messina”: annullo postale speciale e cartolina a cura dell’Ufficio Postale distaccato e del Circolo Filatelico “Peloritano”

Il bozzetto dell’annullo è stato realizzato da Rosario La Fauci, docente di discipline grafiche del Liceo Scientifico “Seguenza”.

Esposizione collezioni filateliche e cartolinistiche:

– “In carrozza… si parte” di Cesare Giorgianni (32 fogli di cartoline d’epoca e filatelia dedicati alla

Stazione di Messina);

– “Bianco, rosso e …. rosato: il vino” di Giacomo Centorrino (64 fogli di filatelia tematica);-

-“Vite e vino: un connubio millenario” di Orazio Tringali (64 fogli di filatelia tematica);

– “Un vino da sogno: lo Champagne” di Giacomo Centorrino (16 fogli di filatelia tematica); – “Santa Claus” di Orazio Tringali (16 fogli di filatelia tematica).

Fondazione FS e Associazione ferrovie siciliane:

ESPOSIZIONE di cimeli, prestigiosi modelli di traghetti ferroviari, collezioni di trenini elettrici, fotografie e rari documenti che sveleranno ai visitatori le caratteristiche e qualche “segreto” della Stazione di Messina.

SPAZIO illustrativo delle attività delle Associazioni Siciliane convenzionate con la Fondazione FS Italiane nell’ambito del recupero e salvaguardia del patrimonio ferroviario siciliano, nell’organizzazione di treni turistici e nelle attività propedeutiche alla riattivazione, inizialmente a fini turistici, di linee ferroviarie dismesse come la Alcantara – Randazzo.

Museo tecnologico “Digitoruccio”

✓ Esposizione modelli di treni e cimeli dell’area tecnologica delle Ferrovie

➢ Mostra d’arte “A Christmas Tale”, a cura dell’Associazione Impronte Messina.

Dalle pagine di libri intramontabili per bambini e ragazzi nasce l’esposizione “A Christmas Tale” in

cui dieci artisti portano in mostra la letteratura, con opere ispirate ai classici del Natale:

–      Pippo Galipò “L’albero di Natale” Di H. Christian Andersen

–      Sabrina Lo Piano “The Nightmare Before Christmas” Tim Burton.

–      Angela Andaloro “Piccole Donne” di Louisa M. Alcott

–      Mimma Oteri “Il Pianeta degli alberi di Natale” di Gianni Rodari

–      Antonello Arena “Polar Express” di Chris Van Allsdburh

–      Marco Pavone “Harry Potter” di J. K. Rowling

–      Enzo Currò “Natale” di G. Ungaretti

–      Giovanni Allio “Polar Express” di Chris Van Allsdburh

–      Alessandra Lanese “L’albero di Natale” Di H. Christian Andersen

–      Monica Miraglia “Il Grinch” di Dr. Seuss

➢ ARTE, DIPINTI E IMMAGINI, a cura dell’indirizzo Artistico-Multimediale del Liceo “SEGUENZA”

L’area “food & wine” – a cura di:

Associazione Provinciale Cuochi Messina e’ stata protagonista, insieme a NonsoloCibus, Fondazione ITS Albatros Academy e Scuola Europea Sommelier.

Protagonisti indiscussi della serata d’apertura i cuochi dell’ APCM  con preparazioni che contribuiscono  a valorizzare le tradizioni e la cultura della Città dello Stretto e delle annesse Eolie.

Manicaretti tradizionali che hanno deliziato il palato dei partecipanti.

Un trampolino di lancio questa serata per ricordare e fare conoscere i forti e unici gusti enogastronomici della terra di Sicilia, punto di forza di un turismo che non sia unicamente “mordi e fuggi”, ma possa spaziare per tutta l’Isola.

 A prendere parte alla serata inaugurale ben tre esponenti della gastronomia eoliana (Emiliano Cipicchia, Marisa Crivelli e Lucio Bernardi) e lo chef Pino Maggiore, che arriva dalla provincia di Trapani, per presentare il suo piatto principe: il Cuscusu.

 PRESENTI:

  – NonsoloCibus con Cibo &Territorio “Madre in Messina”, Katia Zanghì con “Riso Nero” (Il dolce della tradizione Messinese con meringhe alla cannella e croccante di Natale), Emiliano Cipicchia  con “I fasuli cu l’occhiu” (Insalatina di fagioli all’eoliana con crumble di pane di “sammatura” e spuma di patate), Andrea Costa con “Paccheri farciti” (Paccheri con scarola e provola di Montalbano in crosta di pistacchi), Loredana Carere con “Il Brasato” (Brasato di vitello al marsala con tortino di patate al limone), Antonino Greco con “Sapori di Salina” (Pasta con pesto alla maniera delle Eolie), Giuseppe Arena con Chocolate Marquise (la torta preferita dalla  marchesa di Sévigné nel XVII però alla maniera del Ice Pastry Chef messinese), Umberto Caruso con “Il moro dello Stretto” (Arancino al nero di seppia e spuma di patate), Franco Agliolo con “La Punta di Petto” (Punta di petto di vitello con hummus di ceci e salsa di lamponi), Salvatore Armeli Moccia con “Cappuccino di baccalà” (un originale modo per degustare un “piatto povero”),  Pino Maggiore con “Cuscusu alle verdure”, Francesco  Arena  con  “La  Focaccia”  ( regina  della  tradizione messinese), Paolo Romeo con “Uovo morbido” (Uovo morbido, funghi e salsa di caprino), Giuseppe Geraci con “Lampuga Maturata” (Lampuga maturata, carciofi, ‘nduja e sbrisolona salata), Lucio Bernardi con “Budino di pane “cunzato” (Pane cunzato alla maniera delle Lipari, rivisitato nella forma), Marisa Crivelli con “Cassata eoliana” (La classica Cassata nell’idea della chef, perde la copertura  di  pasta  reale  e  si  arricchisce  di  capperi  canditi), 

Natale  Laganà  con  “Carezza d’autunno”(Panino di grani antichi farcito con porchetta di suino nero, maionese al cappero e granella d’arancia candita), IIS Antonello con “I biscotti secchi della tradizione” (Piparelli, Nsuddi e non solo), Giusi Saija con “Bignè Croquelin” (Bignè croccante con diplomatica alla malvasia delle Lipari, cremoso al cioccolato e caviale di arancia), Rosaria Fiorentino con “Bavarese al pralinato” (Bavarese al pralinato di nocciole dei Nebrodi, cioccolato e mandarino). Novità per le manifestazioni del genere il “Corner Bambini” con un menù dedicato che comprende “Sicilian Burger – Sfoglia con prosciutto e pomodoro – Tartufino al cioccolato” curato da Natale Laganà e Giovanna Costanzo.

🔴L’evento, che durerà 3 giorni, vuole essere il trampolino di lancio per una presentazione dei nuovi locali che ancora sia i messinesi che i turisti disconoscono.

Il comune di Messina con RFI, attraverso l’ evento di questi 3 giorni, vogliono fare conoscere e rendere fruibili ai messinesi  ed ai turisti la stazione progettata dall’Arch. Angiolo Mazzoni, lo stesso autore del progetto della Stazione Termini di Roma.

Ieri per la prima serata lo spettacolo  del “Il magico mondo di Herry Potter”  a cura della Messina Social City

Lo spettacolo proseguirà oggi.

10-11 dicembre 2022 dalle ore  10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 il binario magico da dove arriva e parte l’Hogwarts Express ferma a Messina e fa da passaporta per entrare nel magico mondo di Harry Potter!

Per musica in stazione

✓ OGGI: SAME4 Sax Quartet: Emanuele Gilibisco (sax soprano), Alice Nanì (sax contralto),

Simone Maltese (sax tenore), Marcello Di Mauro (sax baritono)

✓ Domani, domenica 11: Duo Mirco Sturniolo (fagotto) e Francesco Pagano (fagotto).

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email