ATM Messina: In particolare Filt Cgil e Uiltrasporti hanno chiesto di ricevere, preventivamente ad ogni azione, le informazioni scritte sulle conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori e le eventuali misure previste nei confronti di questi ultimi in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa vigente.

Libero Gioveni S.E. il Prefetto di valutare la possibilità di predisporre, quanto meno in questo periodo natalizio e possibilmente dopo detto periodo nei soli week end, l’istituzione di un presidio fisso della Polizia di Stato a piazza Cairoli, al fine di scoraggiare ed eventualmente reprimere possibili azioni di bullismo o in generale atti di microcriminalità

La realizzazione del “Villaggio natalizio” in Piazza Cairoli da parte di privati che hanno ottenuto le autorizzazioni dell’Amministrazione ci spinge a formulare una immediata e non negoziabile richiesta: liberare immediatamente Piazza Cairoli e restituirla ai suoi cittadini!

Avevamo chiesto al Centro per l’impiego di Messina la selezione per 100 operatori ecologici da assumere con contratto di lavoro a tempo determinato per la durata di dodici mesi, previa verifica di una serie di requisiti di ammissione alla selezione stessa. Pertanto per queste verifiche è necessario avere certezza che sono state fatte

Il nuovo piano delle tariffe ATM approvato dalla Giunta De Luca farà aumentare vertiginosamente i mezzi privati in città rendendola ancora più invivibile sotto il profilo viario e con conseguente innalzamento del tasso di inquinamento!

Sulla vertenza Blu Jet si continua a traccheggiare- afferma in una nota Franco De Domenico, deputato regionale del Partito Democratico- noncuranti dei disagi delle migliaia di pendolari che ogni giorno attraversano lo Stretto di Messina e dei lavoratori

Il Sindaco di Messina ha spiegato ieri sera, in diretta da Palazzo Zanca, la sua posizione e previsione sul trasporto pubblico locale e della Nuova ATM spa

siamo ancora in attesa del pagamento delle attività prestate in occasione delle feste di fine 2018 (periodo per il quale non sono ancora state retribuite neanche le indennità per festivi e turnazione)

Messina Social City: Il Sindaco Cateno De Luca è subito in intervenuto e fra gli impegni di oggi leggiamo:
Ore 8:00 confronto sulle dimissioni del direttore di Messina Social City

Dal 2007 la frazione di Galati Marina che conta circa 2000 abitanti inizia a subire i primi danni considerevoli causati dalle mareggiate , parliamo di 1,5 km di costa che ogni anno viene gravemente erosa, mettendo a repentaglio l’incolumità dei cittadini, delle loro abitazioni e delle attività commerciali.

Il Consiglio Comunale ha il dovere di esprimersi immediatamente sulla questione ATM, c’è di mezzo il SALARIO E IL FUTURO DI 500 LAVORATORI che non possono attendere i tempi lunghi della politica!!! Si metta fine al dibattito mediatico e si decida una volta per tutte: liquidazione o mantenimento dell’Azienda speciale, dentro o fuori, è giunto il momento che ognuno si assuma le proprie responsabilità e ai posteri l’ardua sentenza…

il Comune di Messina non ha al momento un’anagrafe di tutti gli scarichi autorizzati presenti: banca dati che si sta cercando di ricostruire chiedendo la documentazione relativa a ogni immobile

Partito Democratico
Il primo incontro si terrà oggi sabato 30 novembre dalle 17:00 sino alle 20:00 presso la sede della Federazione Prov.le di Messina (piazza Cairoli angolo Via E.L. Pellegrino)

La nostra città ha bisogno di regole e di rispetto verso tutti, mentre sembra che non si tenga conto: ne degli interessi degli imprenditori, che rappresentano il vero tessuto economico della città, ne dei cittadini che vorrebbero una Messina che “vive”

C’è anche chi é andato persino a protestare all’Atm ed a reclamare il rimborso dell’abbonamento.
L’azienda da parte sua ha fatto spallucce rispondendo che, se il mezzo si rompe, non è certo colpa da imputare all’Atm e che, quindi, non si può rimborsare l’abbonamento.

Se oggi i lavoratori prendono lo stipendio tutti i mesi è solo perché il sindacato serio ha accettato il confronto nel tavolo del Salva Messina, fosse rimasto il piano di riequilibrio precedente, oggi la sovvenzione del Comune per ATM sarebbe 9 di milioni l’anno ma solo per pagare gli stipendi servono 1,2 milioni al mese