L’autostrada A20 (Messina Palermo) e la A18 (Messina Catania) si confermano sempre più cantieri aperti ed i pendolari che dalla provincia devono raggiungere il capoluogo, ogni mattina devono fare fronte con le tante riduzioni di carreggiata che quotidianamente affliggono queste arterie.

Sulla vertenza Blu Jet si continua a traccheggiare- afferma in una nota Franco De Domenico, deputato regionale del Partito Democratico- noncuranti dei disagi delle migliaia di pendolari che ogni giorno attraversano lo Stretto di Messina e dei lavoratori

il Comune di Messina non ha al momento un’anagrafe di tutti gli scarichi autorizzati presenti: banca dati che si sta cercando di ricostruire chiedendo la documentazione relativa a ogni immobile

Tracciare le linee programmatiche a livello provinciale con la riunione delle diverse consulte presenti nei vari comuni. Parte da qui il primo di una serie di eventi promossi dall’Assemblea regionale delle consulte giovanili Siciliane che si terranno in tutte le province con l’obiettivo di transitare dall’assemblea di tutte le consulte alla Consulta Regionale Giovanile approvata Read more..

L’assemblea è stata organizzata in vista dello sciopero di 24 ore proclamato dalla FILT CGIL per rivendicare il contratto dei Ferrovieri Naviganti ai lavoratori di BLU JET SpA ( gruppo RFI ) che espletano il collegamento veloce sullo Stretto in coincidenza con i treni VELOCI da e per il continente.
Allo sciopero proclamato dalla FILT CGIL hanno aderito la UIL Trasporti e l’ UGL settore Ferrovie.

In buona sostanza la decisione conferma la ineleggibilità di Franco De Domenico a cui subentrerà l’ex deputato Giuseppe Laccoto.

Per sostenere le nuove iniziative anti-inquinamento da traffico nelle città di Palermo, Catania, Messina e Siracusa, il ministero destinerà all’Isola nuove risorse, fino a un massimo di quattro milioni di euro.

Basta con la politica del lamento , basta accontentarsi delle briciole quando si parla di infrastrutture e investimenti al sud, la sola Messina porta d’accesso del trasporto siciliano su ferro e gomma piange degrado e abbandono dovuto ad almeno vent’anni di scelte sbagliate o non fatte sul suo hub ferroviario con una riduzione di oltre il 70% dei servizi all’utenza e di posti di lavoro .

SICILIA: Alla fine la farsa è servita. La casta è riuscita a tutelare se stessa, approvando tagli dei vitalizi ridicoli e pure temporanei.

CISAL e OrSA sul piede di guerra per la vertenza degli ex esattori del Consorzio Autostrade Siciliane.

Basti pensare che rispetto a queste 14 chiusure dell’Isola, nella città di Messina ne sono previste ben 5, altrettante sono previste a Palermo, 2 a Catania e 2 a Siracusa, per cui appare evidente la sperequazione territoriale di questo piano, laddove preveda in Sicilia la chiusura di metà di tutte quelle dell’intero Paese e, addirittura nella sola Messina 1/8 delle chiusure di tutto il piano nazionale

Discutere in una casa comune, rispettare le idee degli interlocutori, tornare con e fra i cittadini (specialmente delle zone emarginate), azzerare i discutibili tesseramenti del passato, aprirsi ai temi nuovi ed aprire il partito, e la sua direzione, a giovani e donne, creare le strutture territoriali: questa è la ricetta sottoscritta dalla maggioranza degli intervenuti

Venerdi 27 si è svolto presso la Federazione messinese del Partito Democratico un incontro “aperto” agli iscritti ed ai simpatizzanti per un esame collettivo dello stato del PD e delle prospettive dopo la formazione del Governo Conte 2 (M5S e PD) e la fuoriuscita di Renzi dal Partito.

“l’OrSA   ferrovie-navigazione   e   la   rsu   numero   18   (personale   navigante   rfi)   esprimono solidarietà e sostengono la lotta dei lavoratori blu jet. Lo sciopero odierno dei lavoratori Blu Jet, che effettuano il traghettamento veloce nello Stretto di Messina, è un atto di lotta contro il libertinaggio aziendale generalizzato che ormai ha inquinato anche il servizio pubblico essenziale. Read more..

De Luca teme “la fregatura”, ha paura di essere chiamato a ripianare debiti che altri hanno fatto, ma la sua “preoccupazione non ci convince”.
Ci siamo chiesti come mai un Sindaco di esperienza e molto oculato nella gestione come Mario Bolognari abbia invece aderito alla Fondazione TaoArte.

Molto “diretto” il Sindaco De Luca che ha contestato duramente la politica del precedente Assessore sottolineando invece che con l’attuale Assessore Messina, se proprio non c’è una totale sintonia, esiste la possibilità del confronto e la speranza di essere capiti: il tutto da verificare con i futuri atti e decisioni che giungeranno da Palermo