Anpi a piazza Cairoli per il dibattito sul Referendum

Sabato 12 settembre, a Messina, alle ore 18,00 in piazza Cairoli si è svolto l’incontro sul Referendum, programmato dall’Anpi di Messina.

L’incontro è stato moderato da Federico Martino, Professore ordinario di Storia del Diritto italiano dal 1993, Università degli studi di Messina. Relatori il Senatore Enzo Palumbo, liberale di vecchia data, e Fausto Clemente, commissario dell’Anpi Messina. Presenza d’eccellenza è stato Giuseppe Restifo, Professore ordinario, presso il Dipartimento di Scienze cognitive, della formazione e degli studi culturali, Università degli studi di Messina.

L’associazione ha coinvolto numerosi cittadini nella campagna referendaria per votare NO al referendum . Così come hanno sostenuto gli organizzatori dell’evento, l’iniziativa ha rotto il silenzio per il referendum del 20 e 21 settembre 2020, rispetto alla modifica della Costituzione per il taglio dei parlamentari. È attraverso quel silenzio, come dice l’Anpi, che giustificherebbe il SÌ, in cui non ci si rende conto di una pseudo-democrazia istantanea, c’è la ricerca per un confronto aperto con i cittadini.

La nostra Costituzione come afferma il Prof. Federico Martino, di Anpi, è fra le migliori al mondo. Non si capisce come mai ogni cinque anni qualcuno abbia il desiderio di modificarla. Non è ragionevole pensare che cambiandola non avvengano squilibri. Nell’intervista propositiva del Prof. Restifo si evince, inoltre, pienamente la riflessione agli elettori per il No. È necessario pensare a come si formi la classe dirigente di un paese. Il successo è stare in piazza e costruire una visione di democrazia, senza cedere al silenzio. Gli italiani durante il Covid si sono comportati bene, dunque il consiglio finale prima del voto è votare in maniera razionale.