Massimo Costanzo ha inviato la seguente priposta agli Assessori ed ai Dirigenti competenti.

Il sottoscritto Massimo Costanzo, consigliere della VI municipalità, vista la forte espansione edilizia che sta interessando la zona a monte della salita Pirrotta del Villaggio Sperone, considerato che la stessa, a doppio senso di circolazione, larga non più di tre metri e mezzo, viene quotidianamente percorsa da numerose automobili. Traffico veicolare che ogni giorno passa davanti alla scuola elementare con notevoli disagi per scolaresche ed automobilisti. Proprio in questi giorni è in atto una nuova costruzione che alimenterà ancora di più una viabilità ormai precaria.

Propongo, vista la situazione oggettivamente insostenibile, di urbanizzare e rendere fruibile la strada che storicamente collegava Sperone a Ganzirri, che purtroppo la realizzazione della strada panoramica, ha interrotto.

Strada-sperone-1

Dal Geoportale del Comune di Messina risulta ancora oggi tracciata come strada e quindi sarebbe possibile quantomeno collegare la salita pirrotta alla panoramica per consentire di fatto la realizzazione di una strada secondaria che garantirebbe una viabilità alternativa sia per i residenti della zona che per tutto il villaggio di Sperone.

******

(NdR): Consideriamo intelligente la proposta del Consigliere Costanzo:l’Assessorato dell’ing. De Cola dispone già di 4milioni per le strade cittadine (che vorrebbe spendere sempre nelle solite zone centrali), la spesa non dovrebbe essere eccessiva, anche in rapporto gli “oneri di urbanizzazione” che il Comune dovrebbe incassare (ed ha incassato in passato senza realizzare servizi) in zona …
Ci permettiamo di aggiungere per gli ingegneri Cacciola e Pizzino : perchè non ripristinare il divieto di sosta (con relativi controlli) almeno nel primo tratto della salita per Sperone, in particolare nei pressi della scuola ?
Operazione questa a costo quasi zero.