Ho svolto il mio ruolo con dignità e onore. Sento d’aver subito un’ingiustizia ma rispetto la sentenza”. Franco De Domenico lascia così l’Ars dopo la sentenza che ha dato ragione al primo dei non eletti della lista Pd, Pippo Laccoto.

Il sindaco di Brolo Giuseppe Laccoto torna all’Assemblea regionale siciliana, ma con Renzi non con il PD.
Lo ha sancito la Prima sezione civile della Corte d’Appello di Palermo che ha respinto in via definitiva il ricorso di Francesco De Domenico che, al momento della candidatura all’Ars, non si era dimesso dall’incarico direttore generale dell’Università di Messina entro i termini previsti dalla legge

(NdR): Siamo tra coloro che ritengono che le sentenze non si discutono ma si applicano, ma non possiamo non sottolineare l’anomalia (malagiustizia) di una sentenza che arriva, ancora una volta, a metà legislatura forse creando anche un danno economico alle finanze pubbliche.
Sosteniamo che le liti in materia elettorale debbano godere di una corsia dedicata con tempi “contingentati”.

—- — —

Il segretario provinciale Nino Bartolotta su sentenza De Domenico: “Grande perdita per il PD, per la politica e per il territorio

Nino Bartolotta

Nino Bartolotta

Il segretario provinciale del Partito Democratico, Nino Bartolotta, rilascia il seguente commento sulla sentenza De Domenico: “La sentenza di conferma della ineleggibilità dell’On.Le Franco De Domenico è una grande perdita per il Partito Democratico. L’ ARS e la politica regionale in generale si privano di un parlamentare competente e fattivo che, con garbo e moderazione, ha difeso e sostenuto le ragioni del territorio e della sua gente. Non è semplice – continua Bartolotta – accettare una sentenza che azzera il largo consenso elettorale ricevuto e interrompe il grande lavoro fin qui svolto. Anche per questo spero, e mi auguro, che ciò non rappresenti un punto di arrivo e che la continuità dell’impegno politico, che nella sua attività di parlamentare e di uomo di partito l’On. le De Domenico ha sempre onorato, prevalgano rispetto a quanto accaduto”.