GERMANÀ: “Messina ha bisogno di un passo diverso. Bene De Simone”

“Dopo mesi di trattative ai cui tavoli hanno seduto illustri membri della giunta, il fatto che il sindaco abbia fatto dietrofront proprio allo scadere dei termini è assurdo e non solo offende il lavoro portato avanti dagli altri attori interessati ma appare come delegittimante verso i suoi assessori. Purtroppo i nonsense sono parte di una condotta reiterata a cui questo esecutivo ci ha amaramente abituati dal suo insediamento”, così il deputato regionale del Nuovo CentroDestra, onorevole Nino Germanà, sulla recente vicenda che ha interessato Autorità Portuale e Amministrazione comunale di Messina.

Bene dunque andare avanti senza assecondare ulteriormente gli umori incostanti di chi, evidentemente, non ha compreso quale sia il ruolo di cui la città lo ha investito. Che il primo cittadino entri nell’ottica di idee che i tempi delle proteste di strada sono passati, adesso smetta gli abiti dell’anarchico e comprenda che è egli stesso istituzione”.

°°°°°°
Interviene anche l’on. Mariella Gullo, deputato passato a Forza Italia con Francantonio Genovese: “La notizia della firma del bando internazionale per l’affidamento in concessione demaniale della Fiera di Messina costituisce il prima passo di un progetto di sviluppo strategico della città. Il presidente dell’Autorità portuale, Antonio De Simone, accogliendo l’invito proveniente da più parti, ha fatto benissimo ad andare avanti rispetto alle richieste di riflessione provenienti dall’amministrazione comunale.
Il bando consentirà a Messina di riappropriarsi della sua risorsa rappresentata dal mare e per questo motivo confido moltissimo in questo progetto che potrebbe rappresentare un autentico volano per il rilancio dell’economia messinese”.