L’assemblea è stata organizzata in vista dello sciopero di 24 ore proclamato dalla FILT CGIL per rivendicare il contratto dei Ferrovieri Naviganti ai lavoratori di BLU JET  SpA ( gruppo RFI ) che espletano il collegamento veloce sullo Stretto in coincidenza con i treni VELOCI da e per il continente.

Allo sciopero proclamato dalla FILT CGIL hanno aderito la UIL Trasporti e l’ UGL settore Ferrovie.

 

Ha aperto i lavori il Segretario Provinciale della FILT CGIL Carmelo Garufi ricordando che dopo 2 scioperi già effettuati la società RFI non ha inteso aprire un confronto tra le parti.

Breve intervento del Segretario Uil Messina Ivan TRIPODI che essendo pendolare conosce bene l’utilità del collegamento e le problematiche connesse.

Ha continuato Michele BARRESI segretario UIL Trasporti Messina sostenendo che FS applica a diversi comparti il contratto dei Ferrovieri ( Amministrativi, Ingegneri di Italfer, ecc. ) quindi anche ai dipendenti BLU JET va riconosciuto il contratto del Gruppo FSI

Poi si è aperto agli interventi dei presenti.

Ha preso la parola Marcello Puglisi essendo stato ufficialmente invitato a partecipare all’assemblea in quanto RSU Personale Navigante RFI, il quale ha evidenziato che i motivi della non applicazione del contratto dei Ferrovieri ai lavoratori Blu Jet sono prettamente di natura politica e non di scelta da parte di Dirigenti locali.

Il problema si basa su una inesistente attenzione alle problematiche dei lavoratori del SUD ed in particolar modo a quelli della città di Messina la cui unica realtà produttiva era la Navigazione RFI e il suo corposo indotto.

Quindi secondo Puglisi occorre sensibilizzare la Politica Nazionale x un attento rilancio delle tutele contrattuali dei lavoratori messinesi.

Poi ha preso la parola l’On. Franco De Domenico, confermando quanto esplicitato negli interventi precedenti e dichiarando il suo massimo impegno a sostegno della vertenza e ricordando fi avere già presentato un’interrogazione all’ARS.

Successivamente e’ intervenuto il Segretario Filt CGIL Reggio Calabria LAGANA’ esponendo pieno sostegno alla vertenza e di essere pronto a partecipare allo sciopero con una delegazione di lavoratori calabresi.

Appassionato intervento di Cristian Schillaci in quanto RSA  (rappresentante Sindacale Aziendale) in quota FILT CGIL , che dal primo minuto segue e coordina le ragioni della rivendicazione.

È intervenuto Segretario Regionale  Uil Trasporti Agostino Falanga confermando le rivendicazioni esplicitate da chi l’ha preceduto e cosa ASSAI importante ha chiesto che a questa vertenza si associno TUTTE le sigle delle altre organizzazioni sindacali perché il problema che oggi interessa i lavoratori Blu Jet ( salari ridotti) in un recente futuro potrebbe interessare anche gli attuali dipendenti delle Navi Ferroviarie di RFI.

Ha poi concluso i lavori il Segretario Regionale Franco SPANÒ ponendo l’attenzione su una circostanza molto significativa e cioè:

Il contratto delle Attività Ferroviarie, per sua caratteristica e tipologia è stato concepito per essere applicato a tutte le società che lavorano per il gruppo FSI ( Ferrovie dello Stato Italiane) quindi deve necessariamente essere applicato anche ai lavoratori BLU JET Spa la cui società appartiene al Gruppo RFI.

Assai più interessante la circostanza che presto il contratto il contratto delle Attività ferroviarie diventerà il Contratto della MOBILITÀ cioè si sta lavorando da ANNI affinché tutto il comparto della MOBILITÀ ( Trasporto Ferroviario, Trasporto Pubblico Locale) vengano disciplinati da 1 solo Contratto collettivo di lavoro.

In questa ottica/prospettiva è impensabile lasciare fuori il trasporto veloce effettuato da BLU JET