La posizione di SEL

sel 480

volantinaggio di SEL a Catania

“Il Governo Lega-Berlusconi, approvata la mozione di sostegno all’intervento “umanitario” in Libia – in cui ha inserito la richiesta antiumanitaria di un blocco navale per respingere i profughi che fuggono dalla guerra – sta creando, ad arte, una situazione di grave emergenza in Sicilia.

A Lampedusa si è creata una emergenza umanitaria che si sarebbe potuta risolvere in un paio di giorni. L’Italia, infatti, può assorbire nel territorio nazionale, in pochi giorni,  un numero di profughi dieci volte più numerosi di quelli sbarcati negli ultimi dieci giorni nell’Isola.
La lentezza nei trasferimenti, la negligenza nell’assistenza ai profughi, la mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini, hanno creato una situazione esplosiva che serve da una parte a inviare messaggi all’ Unione Europea, dall’altra a fomentare insofferenza nell’opinione pubblica.
I profughi, i rifugiati, gli organismi nazionali e internazionali di assistenza, sono gli obiettivi leghisti che il governo deve colpire.

2 sel 480

volantinaggio di SEL a Catania

Il Governo sta scaricando le pretese della Lega sulla Sicilia e i suoi abitanti.
A Mineo, secondo avamposto dopo Lampedusa, si sta creando un’altra situazione esplosiva. Il Governo dopo aver sottoscritto un patto, con parte dei Sindaci del comprensorio del Calatino, riguardante il trasferimento al “Villaggio degli Aranci” di duemila immigrati esclusivamente con lo stato di rifugiati politici, oggi ha trasferito cinquecento migranti di Lampedusa a Mineo e progetta di trasferirne altri 2.500. Migranti che, per le leggi italiane, sono considerati clandestini e quindi devono essere sorvegliati, infatti, non possono uscire dal villaggio liberamente come invece previsto per i rifugiati.
Sinistra Ecologia e Libertà, già contraria all’individuazione del “Villaggio degli Aranci” per ospitare i rifugiati politici poiché la struttura isolata e lontana dall’abitato rischiava di trasformarsi in un lager, ora più che mai vede avverarsi le peggiori previsioni e solidarizza con i Sindaci ingannati dal Governo e dal Ministro Maroni.
Intanto al Palanitta di Catania, rimangono (da quattro giorni) in condizioni disumane, circa quaranta migranti minorenni. SEL chiede fermamente che vengano trasferiti, subito, in strutture adeguate”.