[sz-player url=”http://cluster013.ovh.net/~dreamsi/messinawebtv/wp-content/uploads/video/ponte28.mp4″ cover=”http://cluster013.ovh.net/~dreamsi/messinawebtv/wp-content/uploads/2016/09/accorinti28.jpg” /]

Giorni davvero fortunati quelli di Renato Accorinti.

Prima il Governatore Crocetta stoppa la “circolare interpretativa” dell’Assessore Regionale agli Enti Locali secondo la quale se il Consiglio Comunale non avesse esitato positivamente i Bilanci entro il 30 di questo mese sarebbero decaduti Giunta e Consiglio.
Il Comune di Messina è notoriamente in affanno sui Bilanci, e non solo. La Commissione Consiliare ha trasmesso (con 2 soli voti favorevoli e tutti gli altri astenuti) il Consuntivo 2015 all’Aula che dovrà iniziare il lavori questa sera alle 19.
Il pericolo di nuove elezioni per Messina non era pura immaginazione.

Matteo Renzi, in tour elettorale, con le affermazioni, peraltro alquanto vaghe, sul Ponte ha fatto il resto.

Accorinti, improvvisamente è tornato alla ribalta, cercato da tutti i media locali e nazionali, ha superato brillantemente la crisi di astinenza da video che lo attanagliava …
Parla come un fiume in piena Renato Accorinti “Sindaco contro il Ponte”, pur sapendo che su questo tema Messina è letteralmente divisa in due ed il centro destra, che pur lo ha votato al ballottaggio, è – nella sua maggioranza – a favore del Ponte senza se e senza ma.

Ma il regalo di Renzi è più sostanzioso: ha permesso ad Accorinti di nascondere “dietro il Ponte” alcuni dei problemi che, in questi giorni, attanagliano la Giunta e la Città: Rifiuti, Acqua, Bilanci, rapporti con l’Assessore Eller (definito corpo estraneo alla Giunta).