Capita che anche Mario Biancuzzo, Consigliere 6 Circoscrizione, possa dare qualche buona notizia.

Finalmente i residenti, proprietari di seconde case, villeggianti e turisti possono tirare un sospiro di sollievo.

A breve inizieranno i lavori sulla strada comunale che collega il villaggio rivierasco con la strada statale 113/dir.
Ricordo – sottolinea Biancuzzo – che il problema è stato segnalato subito dal sottoscritto che è in possesso di un corposo fascicolo in fotocopie.
Strada-sterrata-AcqualdroneInfatti nella mattinata del 1 marzo 2011 causa violento temporale, le copiose acque meteoriche hanno provocato una apertura di voragine trascinando a valle una corposa parte della strada. Per oltre 5 anni i cittadini hanno subito disagi soprattutto nel periodo estivo quando il borgo è molto frequentato.
Ma non solo difficoltà per il transito dei mezzi dell’ATM, della MessinAmbiente e per i mezzi di soccorso.
Strada-Acqualdrone7Adesso tutto è pronto la ditta NASA, che si è aggiudicata la gara per la realizzazione delle opere necessarie per ripristinare la frana, può iniziare i lavori non ci sono più ostacoli e problemi di nessun tipo.
Ed eseguire i lavori come da progetto redatto dagli Ingegneri Salvatore Bratolotta e Angelo Lucentini e dal Geometra Marco Mancuso sotto la super visione dell’ing. Antonio Amato, dirigente ai lavori pubblici, a disposizione ci sono 350.000 mila euro (300.000) messi a disposizione dalla protezione civile regionale con disposizione n. 17 del 17 dicembre 2012. e 50.000 euro dal Comune di Messina. La Protezione Civile del Comune di Messina, guidati dal geometra Marco Mancuso ha realizzato una strada sterrata ai lati del torrente Corsari per consentire, ai residenti e villeggianti di Acqualdrone di raggiungere il villaggio rivierasco, alla Ditta aggiudicataria di eseguire i lavori e chiudere la strada comunale. Nella mattinata di oggi gli ultimi ritocchi una ditta ha installato un guardrail nella discesa che parte dalla strada statale che si presenta in discesa e con pericoli sulla rampa di collegamento con il torrente corsari, inoltre la ditta ha installato tutta la segnaletica necessaria per far transitare i mezzi in sicurezza lungo la pista tracciata dal personale della Protezione Civile. Gli interventi di messa in sicurezza sulla strada comunale prevedono la chiusura al transito dei mezzi, demolizione e rimozione dei residui del muro crollato, nel tratto del dissesto, interventi in cemento armato autorizzato dal Genio civile, installazione di micropali di tipo verticale disposti su due file, la rimozione di eventuali massi pericolanti e la collocazione di una rete metallica a maglia esagonale, la scarifica e successiva posa di conglomerato bituminoso di collegamento e di usura per il ripristino della sede stradale.