De Lucasolleva dall’incaricoil Ragioniere Generale Le Donne e nomina al suo posto Giovanni Di Leo, già dirigente del Dipartimento Patrimonio ed ex vice di Coglitore.

La decisione era nell’aria ed anche “dovuta” perché la “supplenza” di Le Donne per un periodo così stranamente lungo non è previsto dalla normativa anche se è stata tollerata da Accorinti.

Le Donne ha praticamente perso anche l’incarico di Direttore Generale.

L’incarico, in scadenza, non è stato confermato ed il sindaco De Luca ha precisato: “La figura di direttore generale verrà eliminata anche dalla pianta organica di Palazzo Zanca, poiché tale ruolo non è previsto nel progetto politico della mia Amministrazione.
Intendiamo ridurre i costi della burocrazia per liberare risorse finalizzate alla creazione di nuovi servizi”.

Il dottor Le Donne, Segretario generale, Direttore Generale ed infine anche Ragioniere Generale, uomo forte dell’Amministrazione Accorinti , oggi risulta estremamente ridimenzionato per cui sembra difficile vi sia la sua disponibilità a restare a Palazzo Zanca senza contare le possibili successive scelte del Sindaco De Luca che, in fatto di decisioni pesanti e rapide, si presenta come l’opposto all’ex Sindaco Accorinti.