La quarta stagione consecutiva in serie C Silver si è conclusa anticipatamente per via dell’emergenza Coronavirus che ha costretto la Federazione a sospendere tutti i campionati. Il massimo torneo siciliano è stato fermato a quattro giornate dalla fine della regular season, con la ZS Group Messina al terzo posto in classifica con 38 punti all’attivo.

I giallorossi, affidati ancora una volta ai coach Pippo Sidoti e Francesco Paladina, sono stati protagonisti di un campionato fantastico. 19 le vittorie conquistate e soltanto 3 le sconfitte subite, tutte in trasferta, e il “PalaMili” imbattuto: 11 su 11. I peloritani hanno tenuto testa alle corazzate Alfa Catania e Virtus Ragusa che con 40 punti, due in più dei messinesi, comandavano la classifica al momento della sospensione del campionato. Stagione da ricordare per la Basket School Messina che ha stabilito il proprio record di vittorie in C Silver (19). Secondo attacco del girone con 1865 punti realizzati (84.8 di media), 2 in meno dell’OrSa Barcellona, e terza difesa con 1488 punti subiti (67.6 a partita). Il bomber degli scolari è stato Hamish Warden con 448 punti messi a segno (20.4 ad allacciata di scarpe). L’australiano si è laureato miglior realizzatore del girone siciliano. Il miglior marcatore tra gli italiani è stato Federico Manfrè, autore di 351 punti (16 di media). Tra i primi 50 cannonieri del girone, quattro sono della Basket School: Hamish Warden (1°), Federico Manfrè (10°), Marco De Angelis (42°) e Giorgio Busco (48°). Capitan Cristiano Scimone, Giorgio Busco, Hamish Warden e Federico Manfrè sono sempre scesi in campo collezionando 22 presenze a testa.

Non sono state tutte rose e fiori. Sfortunata la stagione di Nino Sidoti, vittima di un grave infortunio alla seconda giornata di campionato. Al suo posto la società ha ingaggiato il giovane play Lorenzo Genovese. Un altro infortunio ha messo fuori causa il britannico Jordan Daniels, sostituito da Travis Black dall’inizio del girone di ritorno. Lungo stop per Peppe Varotta che ha dovuto saltare ben otto gare, anche in questo caso la società è intervenuta con l’inserimento della guardia Gianluca Ettaro. Al di là dei numeri, la ZS Group Messina si è fatta apprezzare per il gioco messo in mostra e per le sue ottime individualità, uscendo più volte tra gli applausi dai parquet siciliani. Grande la soddisfazione da parte dei tecnici, dei dirigenti e dei tifosi per una stagione davvero al di sopra di ogni aspettativa, interrotta sul più bello, con due big match da disputare: il primo al “PalaAlberti” di Barcellona ed il secondo in casa con Ragusa, all’ultima di campionato, e i playoff che, siamo sicuri, ci avrebbero regalato ulteriori soddisfazioni.