Nel recupero contro la squadra calabrese, la squadra giallorossa, orfana di Giovanni Giuffrida, Garetto e Carbonaro, centra una vittoria fondamentale per mantenersi sulla scia dell’Acr. Le reti sono state segnate da Ciccio Lodi (al suo undicesimo centro in stagione), Arena e Bevis.

Già nei primi minuti la partita si mette a favore degli ospiti. Al 9′ De Carlo stoppa il pallone con un braccio in area di rigore, il direttore di gara concede il penalty. Sul dischetto si presenta Lodi che risulta ancora una volta implacabile dagli undici metri. Al 12′ Marone deve impegnarsi su un tiro- cross velenoso di Falzetta e accompagna il pallone in calcio d’angolo.

Sugli sviluppi del corner Coluccio trova la rete del pareggio che viene però annullata per una presunta spinta sull’esterno difensore ospite. Passato appena cinque minuti e il Messina trova la rete della sicurezza: la firma l’under Arena, che conferma uno stato di forma eccellente; il giovane esterno trova la rete avventandosi su un pallone vagante in area di rigore. Al 33′ è sempre il Messina a rendersi pericoloso con Bevis che scheggia il palo esterno dopo una manovra collettiva molto ben articolata con la collaborazione di Lodi, Piccioni e Arena.

Nel secondo tempo da segnalare la rete del 3-0 definitivo di Bevis. Il francese ruba palla sulla trequarti, entra in area e batte il portiere.

Il FC può gioire per un successo fuori casa che mancava dal 21 febbraio e avvicinare ancora l’Acr.