Un gol di Giuseppe Palma decide la sfida del Franco Scoglio e vale il secondo posto a pari merito con il Gelbison, che pareggia in casa contro l’Acr. Infortuni per Caballero, Aita e Garetto.

Il FC Messina affronta un Rende in grande condizione fisica, e la sfida si rivela ostica sin dalle prime battute. La squadra di mister Costantino scende in campo con il solito 4 – 3 – 1 – 2: unica novità rispetto alla gara di domenica scorsa nella stracittadina l’ingresso di Palma a centrocampo al posto dell’infortunato Giuffrida.

Al 7′ bella combinazione Carbonaro – Coria che si conclude con una conclusione da parte del primo, senza però inquadrare lo specchio della porta. Al 20′ la squadra di casa va vicinissima al gol grazie all’estro di Ciccio Lodi che, dopo una ribattuta su calcio di punizione, calcia di prima intenzione e costringe Quintiero agli straordinari. Dieci minuti dopo, Alessandro Arena si invola sulla fascia sinistra sgusciando in area di rigore; pallone interessante messo in mezzo che tuttavia non trova nessuno dei suoi, ma trova un difensore ospite che mette in angolo. Sugli sviluppi del corner Caballero sfiora il secondo palo. Al 31′ ancora l’argentino si rende protagonista di un altro colpo di testa che si perde di pochissimo a lato della porta di Quintiero. Al 34′ sortita in area giallorossa del Rende: Gozzerini si impossessa di un buon pallone sulla trequarti, si invola verso la porta difesa da Marone, viene disturbato nella conclusione a giro da Fissore, e la sua conclusione finisce non molto alta sopra la barriera. Passano pochi minuti ed stavolta Cipolla a tentare il gol dalla lunga distanza, provocando qualche brivido alla difesa giallorossa. Al 38′ Palma serve Coria che allunga per Caballero; l’argentino non colpisce bene la palla che diventa facile preda di Quintiero. Ancora Caballero spreca un bellissimo pallone confezionato da Arena.

Nel secondo tempo, pronti via subito punizione per il FC. Sul pallone il solito Ciccio Lodi che sfiora il primo palo. Al 12′ assist di Coria per Piccioni che non riesce a ribattere di testa.

Finalmente al 17′ gli sforzi dei padroni di casa vengono ripagati con il gol che regala il vantaggio e i tre punti fondamentali: ottimo recupero di palla sull’out di destra di Coria che allunga per Lodi; il metronomo del centrocampo giallorosso intuisce l’inserimento di Palma che non deve fare altro che depositare la sfera in fondo alla rete. Bellissima azione corale della squadra di Costantino e del presidente Arena (oggi presente al Franco Scoglio) che possono ritenersi soddisfatti per la prestazione offerta oggi dai suoi.

Ultimo squillo per i giallorossi lo offre Carbonaro, sfortunato nella conclusione a giro che si stampa sul palo. C’è il tempo per sventare un’azione pericolosa degli ospiti nei minuti di recupero: ci pensa Da Silva a fermare con un fallo provvidenziale un brutto pallone perso sulla trequarti da Palma.

Prossima partita giovedì in trasferta contro il Marina di Ragusa.