I giallorossi perdono 1-0 a Trapani contro la neopromossa Dattilo.

Il FC Messina torna da Trapani a mani vuote e guadagna la prima sconitta stagionale.

Il Dattilo, seconda matricola affrontata consecutivamente, ha la meglio sui giallorossi grazie alla rete al 6’ di capitan Sekkoum, che realizza il goal partita con un beffardo calcio di punizione.
Per il resto solo FC Messina, che dopo un primo tempo senza idee e con tanta confusione, reagisce nella ripresa trovando le parate dell’ottimo Giappone.
Il primo dispiacere in campionato dei peloritani, che speravano in un risultato ben diverso al “Provinciale” ma la
rabbia agonistica generata dal vantaggio dei locali, non si tramuta nella rimonta come accaduto sette giorni fa contro il San Luca. Tra i giallorossi spiccano la prestazioni dell’under Gille, spina nel fianco della retroguardia
biancoverde per larga parte del match, e gli ingressi dalla panchina di Gaspar e Mukiele. Sette giorni per analizzare gli errori e reagire immediatamente nella gara casalinga contro il Troina, capace di pareggiare all’Aci e Galatea di Acireale.

Primo tempo: Prima svolta della gara in apertura con il vantaggio del Dattilo al 6′ con Sekkoum direttamente da calcio di punizione. Reazione repentina dei giallorossi che all’8′ trovano il pareggio con il colpo di testa di Balistreri ma l’arbitro annulla per posizione di fuorigioco.
Passa appena un minuto ed è Bevis a sfiorare il goal con un diagonale che sfiora il palo. Al 22′ ottimo spunto di Gille sulla sinistra, salta Benivegna e conclude con il destro ma Giappone si oppone. Alla mezz’ora, su sponda di Balistreri, Palma si ritrova solo in area ma non riesce a concludere. Il Dattilo difende bene il vantaggio e chiude il primo tempo preservando il goal del suo capitano.

Secondo tempo: Mister Gabriele effettua subito due sostituzioni: dentro Dambros e Gaspar fuori Coria e Bevis. L’impatto dell’ecuadoregno è subito positivo e ci vuole una grande parata di Giappone al 2′ per evitare il goal del pareggio sul sinistro da fuori area. Al 9′ ci prova Dambros ma il tiro non crea problemi. Altri due cambi per i giallorossi con Mukiele e Quitadamo che prendono il posto di Ricossa e Balistreri.
Al 27′ ancora una grande parata di Giappone nega il goal a Dambros direttamente su punizione. Dieci minuti dopo grande progressione di Mukiele che entra in area di rigore e calcia, la palla viene deviata dalla difesa. In pieno recupero episodio sospetto in area di rigore del Dattilo: Casella anticipa di testa Sekkoum che alza pericolosamente la gamba. Per l’arbitro non ci sono gli estremi per il calcio di rigore.