Giacomo Spignolo suona la carica: “Ce la giocheremo con tutti!”
Attesa finita per il Cus Unime hockey che, sabato 16 novembre, sarà di scena al Comunale
Seminara di Valverde contro la squadra locale Under 21 per l’esordio nel campionato di Serie B.
Obiettivi chiari e concentrazione altissima per la squadra gialloblu che, nonostante in programma ci
sia una trasferta non semplice, vuole partire con il piede giusto, come evidenzia il mister cussino
Giacomo Spignolo: “Il gruppo sin da subito si è allenato molto bene e sembra aver già raggiunto
una buona condizione sia sotto il profilo fisico che tecnico. Già dai primi giorni di preparazione
abbiamo lavorato con l’obiettivo di arrivare pronti all’esordio ma soprattutto lucidi sino alla fine. Nel
precampionato i ragazzi mi hanno trasmesso delle ottime sensazioni: benissimo l’esordio in Coppa
Italia con il passaggio del turno e buone prestazioni anche al Round 2 Nazionale a Roma, dove ci
siamo scontrati anche contro squadre di A2 senza sfigurare”.
Squadra molto rinnovata rispetto alla passata stagione, il Cus Unime ha messo in piedi una rosa
molto competitiva e completa in ogni reparto, tanto da renderla una delle principali candidate alla
vittoria del girone siciliano ed al conseguente passaggio ai playoff per la A2, un obiettivo che i
cussini hanno già centrato nelle scorse annate e che vogliono raggiungere anche per questa
stagione alle porte. Intanto il primo scoglio da superare si chiama Polisportiva Valverde Under 21.
“È una formazione che gioca in B da fuori classifica perché partecipa con la prima squadra al
campionato di A2 – analizza gli avversari il tecnico cussino – e proprio in quel campionato giocano
molti degli under 21 che incontreremo sabato prossimo. Sarà, dunque, un test molto impegnativo:
gli avversari hanno tanto minuti di campo sulle gambe e quindi una gran ritmo partita, avendo già
disputato 6 turni del torneo di A2; in secondo luogo si tratta di una squadra molto ben preparata
tatticamente che vorrà certamente recitare un ruolo di prim’ordine in Serie B, forse l’avversario più
temibile di tutto il torneo. Dal nostro canto noi conosciamo il nostro valore e siamo convinti di
potercela giocare con tutti. Ancora ho qualche dubbio da sciogliere sulla formazione che partirà
titolare sabato perchè devo decidere come mixare al meglio giocatori di grande spessore con
giovani molto talentuosi provenienti dal nostro florido vivaio in cerca di ritagliarsi uno spazio
importante”.
Infine il tecnico gialloblu chiude analizzando il girone del CUS: “Sulla carta potremmo anche
valutarlo come un raggruppamento abbastanza agevole ma dovremo stare molto attenti ad alcune
sorprese che potrebbero riserva l’esperta GS Raccomandata o la giovane PGS Don Bosco del mio
amico Sergio Fraumeni. Come ho detto ai ragazzi, in questa stagione tutte le squadre possono dire
la loro quindi per noi ogni gara sarà una finale da vincere“.