Sesto successo casalingo in sei uscite per la Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza che supera 80-68 la Zannella Cefalù riscattando la sconfitta dell’andata. La partita si è decisa nel primo tempo chiuso avanti di 24 grazie alle iniziative degli scatenati Stuppia e Vidakovic. Nella ripresa gli ospiti hanno provato a rientrare in partita ma sono riusciti soltanto a limitare i danni mantenendo la differenza canestri a favore (+14 all’andata per Cefalù); resta un pizzico di rammarico per Messinache si è vista sfuggire proprio nell’ultimo minuto questo importante obiettivo. LA Nuova Pallacanestro parte di gran carriera nel primo parziale, a segno dall’arco due volte Ivkovic, una a testa per Stuppia e Vidakovic che imperversano nell’area avversaria, primi dieci minuti che si chiudono sul +10 (24-14). Diallo e compagni fanno ancora meglio nel secondo parziale chiuso 27-13, oltre ai soliti Stuppia (12 punti nel parziale) e Vidakovic (6 con due triple) arrivano canestri anche da Molino e Comelli per il 51-27 di metà gara.

Alla ripresa del gioco Messina perde la sua brillantezza e il contro break lo fa Cefalù, guidata da Strati (10 punti) e Giuseppe Terrasi (7), gli ospiti mettono cinque triple nel terzo quarto riducendo il divario a 14 punti (65-51). Messina non corre rischi nell’ultimo tempo, col risultato finale mai in discussione, comincia un match nel match sulla differenza canestri rispetto all’andata, Cefalù col canestro e fallo di Giuseppe Terrasi e due libero di Strati riesce a scendere a -12, nell’ultima azione Stuppia viene fermato probabilmente fallosamente ma non arriva il fischio e il match termina 80-68. Con questa vittoria Messina si issa al terzo posto con Marsala con 14 punti distanziando proprio Zannella Cefalù e Cus Palermo a 12, nel prossimo turno importante trasferta sul campo del fanalino di coda Canicattì fermo a zero punti.