Acr Messina batte in casa, in rimonta, il Licata per 3-2

Acr Messina, tre punti che danno morale ad un ambiente sfiduciato. La doppietta di Arcidiacono e l’autorete del portiere del Licata determinano il successo e la rimonta per 3-2. Nel primo tempo, gli ospiti hanno ripetutamente messo in difficoltà i ragazzi di Pensabene, che si affida al solito 4-3-3. Nel secondo tempo la squadra di casa si butta in avanti, assediando l’area di rigore avversaria e conquista con merito la vittoria.
Il Messina sblocca il risultato già al 2′ minuto di gioco, grazie ad una prodezza dai 30 metri di Arcidiacono che fulmina Ingrassia. Il Licata è costretto ad inseguire, ma al 12′ minuto avrebbe l’occasione per pareggiare grazie ad un calcio di rigore assegnato dall’arbitro, per il fallo in area di rigore di Avella su Adeyemo. Cannavó si presenta sul dischetto ma il portiere giallorosso riesce a bloccare il tiro centrale dell’attaccante. Il gol del pari arriva dieci minuti più tardi, quando ancora Cannavó addomestica un bel cross di Daniello e, a pochi passi dalla porta, non fallisce il gol dell’1-1. Non passano neanche tre minuti che gli ospiti, galvanizzati dal momento a loro favorevole, trovano il raddoppio: Convitto scarica in porta il cross basso di Adeyemo, ribaltando così il risultato. Sembra la solita domenica amara e sfortunata per i tifosi peloritani. Al 40′, come se non bastasse, si fa male Danza e al suo posto entra Cristiani. Poco prima del fischio di fine metà gara, Rossetti impegna il portiere del Licata con due belle rovesciate, senza però sortire l’effetto desiderato.
È 1-2 al “Franco Scoglio” alla fine del primo tempo.
Nella ripresa il Messina inizia con lo stesso spirito di iniziativa e la stessa grinta con cui aveva disputato la prima frazione; già al 3′ minuto Crucitti sfiora l’incrocio dei pali con una bella punizione dal limite dell’area. Al 6′ tocca ad Arcidiacono impegnare Ingrassia che respinge con i pugni un altro calcio di punizione. Al 14′ il sinistro di Saverino si stampa sul palo interno, graziando ancora gli ospiti. Gli sforzi del Messina vengono premiati alla mezz’ora quando Saverino crossa da destra per Rossetti, che fa da sponda all’infallibile Arcidiacono: è 2-2 e doppietta per l’attaccante giallorosso. Sull’onda emotiva dell’entusiasmo, il Messina prova a ribaltare una partita intensa e bellissima, e ci riesce con un protagonista inaspettato. Il neo entrato Fragapane batte un calcio d’angolo da sinistra, Ingrassia sbaglia l’intervento in uscita e manda il pallone nella propria rete, mandando in delirio giocatori e tifosi.
Il Messina visto oggi in campo ha dimostra di essere ancora vivo, pur nelle difficoltà di un ambiente mai sereno.
Domenica prossima dovrà mostrare lo stesso carattere nella stracittadina contro il FC Messina.