L’en-plein è stato sfiorato: la fase a gironi delle italiane, in Europa League e Champions League, avrebbe potuto rappresentare una prima volta storica per il nostro calcio.

Mai, infatti, la Serie A ha portato alla fase ad eliminazione diretta tutte le sue squadre, escludendo le “retrocessioni” in Europa League.

Juventus, Lazio e Atalanta hanno staccato il pass per gli ottavi di Champions; Napoli, Milan e Roma (tutte come prime nei rispettivi gironi) si sono qualificate per i sedicesimi di Europa League. Peccato per l’Inter, ultima nel proprio gruppo dopo lo 0-0 interno con lo Shakhtar: in caso di vittoria, i nerazzurri si sarebbero aggiunte alle “magnifiche 16” di Champions.

L’urna di Nyon ha riservato sorteggi particolarmente interessanti: agevoli in alcuni casi, proibitivi in altri. Le italiane hanno comunque buone probabilità di portare almeno 4 squadre al turno successivo, stando alle quote dei migliori bookmakers compresi nella migliore lista recensioni casino online presente sul web.

Le avversarie in Champions League

Il colpaccio della Juventus a Barcellona, all’ultima giornata, ha permesso ai bianconeri di conquistare il primo posto nel proprio girone e garantirsi un sorteggio agevole. Tra le “non teste di serie” gli unici pericoli erano rappresentati da Lipsia e Atletico Madrid, entrambe evitate. Agli uomini di Pirlo l’urna ha riservato in dote il Porto di Sergio Conçeiçao: i campioni di Portogallo sono una squadra giovane e ricca di talento, hanno eliminato Marsiglia e Olympiacos nel girone, finendo dietro il Manchester City, ma probabilmente rappresentavano il miglior sorteggio possibile.

Discorso ben diverso per Atalanta e Lazio, rassegnate a incrociare una big visto l’incredibile livello delle teste di serie. I bergamaschi, per il secondo anno di fila agli ottavi, si godranno una doppia sfida storica col Real Madrid, campione di Spagna e come sempre tra le favorite per alzare la coppa. Stesso discorso per il Bayern Monaco, senza dubbio il peggior avversario che poteva toccare alla Lazio. I bavaresi, campioni d’Europa in carica, continuano a macinare gioco e gol sotto la gestione Flick: i biancocelesti sono attesi da un’impresa improba ma, almeno, i ragazzi di Inzaghi scenderanno in campo senza pressioni e senza nulla da perdere.

Le avversarie in Europa League

Proprio come accaduto con la Juventus, il primo posto nella fase a gironi conquistato da Napoli, Milan e Roma ha permesso alle nostre tre rappresentanti in Europa League di pescare avversari abbordabili nei sedicesimi.

Al Napoli, che già aveva dovuto affrontare un gruppo duro (Real Sociedad e AZ Alkmaar oltre al Rijeka), è toccato il sorteggio più complicato: i partenopei si troveranno di fronte il Granada, alla prima esperienza europea nella propria storia ma grande rivelazione della scorsa edizione della Liga. Gli andalusi anche in questa stagione continuano a restare nelle zone alte del campionato spagnolo, non rappresenteranno un ostacolo semplice da superare.

Sfida di grande blasone per il Milan che, dopo aver preceduto il Lille in extremis nel girone, sfiderà la Stella Rossa. Di fronte due squadre in passato capaci di alzare la Coppa dei Campioni (1 volta per i serbi) e Champions League, anche se la squadra allenata da Stankovic non può essere considerata un vero pericolo per l’attuale capolista della Serie A.

Non sarà semplicissimo l’impegno della Roma, invece: i giallorossi se la vedranno col Braga (la stella è l’argentino Nico Gaitan), da anni ormai una delle prime 4-5 squadre di Portogallo. L’allenatore dei capitolini, peraltro, è un ex di questa sfida: Paulo Fonseca ha vinto anche una Coppa di Portogallo alla guida del Braga.