A quasi 100 giorni dalla sospensione del campionato di Serie A, domani sera ripartirà il calcio giocato con la prima gara di semifinale della Coppa Italia che vedrà contrapporsi la Juventus di Maurizio Sarri e il Milan di Stefano Pioli.

La sfida dell’Allianz Stadium inaugura la seconda parte di questa tribolata stagione e sarà anche l’inizio di una nuova fase, caratterizzata dai numerosi controlli che accompagneranno le partite da qui fino alla fine della stagione calcistica. La novità più importante, resa nota dal Consiglio di Lega proprio in data odierna, riguarda l’abolizione dei tempi supplementari per evitare il protrarsi delle partite: in caso di parità allo scadere dei 90 minuti regolamentari si passerà direttamente ai calci di rigore. La norma, che sarà applicata a partire già dalla partita di domani sera, verrà applicata anche per la finale che si disputerà mercoledì 17 giugno allo Stadio Olimpico di Roma.

Altre misure restrittive consentiranno l’accesso allo stadio a sole 300 persone (staff tecnico, dirigenti, giornalisti e fotografi accreditati). All’ingresso in campo, i giocatori non potranno scambiarsi la consueta stretta di mano nè posare per la foto di squadra. Le interviste saranno limitate e a distanza.