La Top Spin Messina Carrubamia al gran completo batte 4-1 Il Circolo Prato 2010 nel
recupero della quarta giornata di ritorno del campionato di serie A1 di tennistavolo
maschile.

A Villa Dante la squadra allenata da Wang Hong Liang sfrutta l’occasione e
conquista i due punti utili a balzare a quota 20, ritornando ad essere capolista solitaria del
torneo, a +2 sull’Apuania Carrara prima inseguitrice, quando mancano appena due gare al
termine della regular season. Sadi Ismailov assoluto trascinatore tra le file della
formazione del presidente Giorgio Quartuccio con due partite vinte. Un sigillo a testa per
Jordy Piccolin e João Monteiro (sconfitto nel primo singolare).
A precedere il via del match, arbitrato da Massimo Napoli di Catania, un minuto di
raccoglimento osservato per commemorare Concetta Russo, moglie di Michele e mamma
di Umberto Giardina, uno degli atleti simbolo della Top Spin. Per la sfida d’apertura di
scena il portoghese João Monteiro, al rientro dopo i due turni di squalifica, opposto al
russo Arseniy Gusev. Nel primo set l’equilibrio regge sino al 2-2, poi il lusitano allunga e
dal 6-4 non sbaglia più un colpo, aggiudicandosi il parziale per 11-4. La reazione di Gusev
avviene nella seconda frazione in cui, dopo essere stato raggiunto dal 4-6 al 6-6 da
Monteiro, piazza questa volta l’accelerata decisiva, imponendosi per 11-7. Il portoghese
della Top Spin riprende saldamente in mano il controllo nel terzo set, ipotecato già sul 6-1.
Gusev può solo accorciare, Monteiro chiude 11-5, concretizzando la prima palla set utile.

Assai combattuto, invece, il quarto parziale. Gusev si stacca portandosi sul 10-6, Monteiro
annulla tre set-point al rivale, prima di cedere per 11-9 al giocatore di Prato. Alla “bella”
prevale Gusev, decretando il sorprendente 3-2. Monteiro è sotto (3-6), ma riesce a
recuperare lo svantaggio (7-7). Non basta perché il portoghese va ko per la prima volta in
questo campionato, vedendosi superare alla fine per 11-8.
Sadi Ismailov regola nel secondo incontro per 3-1 il cinese Kang Zhihao, facendo sua una
gara non semplice. Nel set iniziale l’atleta di casa tenta l’allungo sul 5-3 e viene ripreso
sull’8-8 dall’asiatico. Ismailov si guadagna poi due set-point, sfruttando il secondo (11-9).
Costretto a rincorrere nel secondo parziale, il russo della Top Spin aggancia l’avversario
sull’8-8. I due set-point (8-10) per Kang vengono disinnescati da Ismailov che,
successivamente, spreca quello in proprio favore sull’11-10. Il cinese passa, così, per 13-
11 e pareggia i conti. Nella terza frazione l’ospite vola sul 7-1. Un grande Ismailov prima
riduce il gap grazie a quattro punti consecutivi e quindi, trovatosi sul 7-10, riesce ad annullare i tre set point a disposizione di Kang. Alla terza opportunità, il russo chiude 14-12 e infiamma il pubblico di Villa
Dante. Più agevole il cammino nel quarto parziale, indirizzato grazie al 6-1 in avvio.
Ismailov completa l’opera giungendo senza difficoltà sino in fondo (11-5) e regala il primo
punto di serata alla Top Spin.
Il numero 1 del ranking italiano Jordy Piccolin, in un ottimo stato di forma, stende 3-0 John
Michael Oyebode. Il bolzanino rimonta nella prima frazione da 4-7, trovando la parità
sull’8-8 e anche gli altri tre punti che valgono il set (11-8). Un Piccolin scatenato all’inizio
del secondo parziale balza sul 5-0, ma Oyebode si rifà subito sotto (6-5). Il set resta in
mano al portacolori della Top Spin, abile ad imporsi ancora per 11-8. Nella terza frazione
Piccolin ribalta da 3-5 a 7-5 e approda all’11-7, ultimando una prova senza sbavature.
Nel derby russo Sadi Ismailov supera 3-1 Arseniy Gusev, rendendo la strada in discesa. Il
giocatore in forza alla Top Spin parte forte (5-0) nel set d’apertura e respinge i tentativi del
connazionale, chiudendo 11-5. Equilibrio sino al 4-4 nel secondo parziale, dopo Ismailov
imprime il suo ritmo e avanza verso l’11-7, centrato al secondo set-point. Gusev si riporta
in partita passando 11-7 nella terza frazione, condotta sempre in vantaggio. Nel quarto set
Ismailov si vede rimontare da 6-4 a 6-8, poi recupera e sul 9-9 mette a segno i due punti
decisivi per la conquista del match.
Chiude João Monteiro, vincendo 3-0 su John Michael Oyebode. Filato via sul 6-4, il
portoghese viene ripreso e superato (9-10). Monteiro annulla il set-point per Oyebode e
ottiene il primo parziale per 12-10. Nessuna incertezza nel secondo set da parte del
lusitano che mette subito le cose in chiaro (7-2) ed arriva senza patemi all’11-5. Il padrone
di casa comincia la terza frazione accumulando un buon vantaggio (4-1). Oyebode, però,
aggancia Monteiro sull’8-8, prima che il portoghese si prenda comunque il successo (11-8)
con tre punti di fila. Missione compiuta. La Top Spin Messina Carrubamia batte Il Circolo
Prato 2010 per 4-1 e a due turni dalla conclusione si gode il primo posto solitario, di
fondamentale importanza nei playoff.

Il 6 marzo, a Genova, il penultimo appuntamento della regular season.