Skip to content

Premio di maggioranza alle liste di Basile: il sindaco avrà il sostegno di venti consiglieri

seggio_MessinaWebTv_Politica
Dopo due estenuanti settimane è arrivata la "fumata bianca" dall'Ufficio centrale. Resta da sciogliere il nodo sul seggio del "miglior perdente". Lavori aggiornati a domani mattina

E’ la vittoria definitiva di Cateno De Luca e Federico Basile.

Dopo due interminabili settimane è terminata la verifica dei voti relativi alle preferenze per il Consiglio comunale, ed il presidente dell’Ufficio elettorale centrale, Corrado Bonanzinga, ha comunicato la decisione sul premio di maggioranza, assegnandolo alle liste del sindaco eletto.

La soddisfazione del presidente di Sicilia Vera, Pippo Lombardo, che ha seguito costantemente le operazioni dell’Ufficio centrale – INTERVISTA – ⬇️

Federico Basile avrà il Consiglio comunale dalla sua parte con 20 consiglieri su 32.

Sono 92.819 i voti in totale assegnati alle liste. Basile Sindaco di Messina si è confermata la lista più votata con 18.009 preferenze. Il candidato più votato al Consiglio comunale è Cateno De Luca con 1.748 voti. Per lui è pronto lo scranno di presidente dell’Assemblea.

Di seguito i nomi dei consiglieri di maggioranza eletti

Lista Basile sindaco di Messina: Alessandro De Leo, Serena Giannetto, Cosimo Oteri, Nello Pergolizzi, Rosaria Di Ciuccio, Giuseppe Busà, Antonella Feminò, Giulia Restuccia, Rosaria D’Arrigo, Ciccio Cipolla, Pippo Trischitta.

Gli assessori Massimiliano Minutoli, Carlotta Previti, Dafne Musolino, Liana Cannata e Alessandra Calafiore, benchè eletti, rinunciano per proseguire l’attività in Giunta. 

Con De Luca per Basile Sindaco: Cateno De Luca, Raffaele Rinaldo, Salvatore Papa, Margherita Milazzo, Emilia Rotondo, Raimondo Mortelliti.

Prima l’Italia: Mirko Cantello, Amalia Centofanti, Giuseppe Villari.

Delusione nel Centrodestra e nel Centrosinistra, che avevano presentato diverse “memorie” per contestare la posizione di Basile e De Luca. Ma l’esponente del PD Felice Calabrò, eletto in consiglio comunale, non contesta la decisione del presidente Bonanzinga sull’assegnazione del premio di maggioranza. – L’INTERVISTA – ⬇️

L’ attenzione adesso va alla ripartizione degli altri seggi.

Dopo la lettura dei dati e l’assegnazione del premio di maggioranza, il presidente ha aggiornato i lavori alle 9 di domani mattina. Sarà questo il momento della definitiva ripartizione.

E resta un altro noto da sciogliere: quello seggio del “miglior perdente” tra i candidati a sindaco. Secondo l’orientamento che pare si stia affermando, il seggio di Maurizio Croce dovrebbe essere conteggiato tra i 12 seggi rimanenti e a perderlo potrebbe essere il Centrosinistra che vedrebbe assegnati solo 4 seggi: 2 alla lista del PD e 2 alla lista Franco De Domenico Sindaco, che perderebbe così uno dei suoi consiglieri: Alessandro Russo. Centrosinistra che, invece, sostiene che il seggio va conteggiato tra quelli assegnati al Centrodestra.

Ma la decisione definitiva arriverà domani.

Per il momento, i seggi certi della coalizione sono quattro: Felice Calabrò e Antonella Russo (Partito Democratico); Cettina Buonocore e Giovanbattista Caruso (De Domenico Sindaco).

Qualora il seggio di Croce fosse conteggiato esternamente alla coalizione, per il centrodestra scatterebbero, oltre quello del candidato sindaco, ulteriori 7 seggi.

Ora Sicilia: Federica Vaccarino, Giandomenico La Fauci, Dario Zante;

Fratelli d’Italia: Libero Gioveni, Dario Carbone, Pasquale Currò;

Forza Italia: Nicoletta D’Angelo.

Se la decisione del presidente dell’Ufficio centrale, invece, propendesse per l’interpretazione caldeggiata dal Centrosinistra (che ricorda il precedente di Dino Bramanti di quattro anni fa) a perdere un seggio dovrebbe essere Fratelli d’Italia.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email